Comau: partner del nuovo Master in “Manufacturing 4.0” promosso dal Politecnico di Torino

Comau: partner del nuovo Master in “Manufacturing 4.0” promosso dal Politecnico di Torino

Comau rinnova il suo impegno nella formazione ad alta specializzazione di studenti di Ingegneria e giovani neolaureati, diventando partner del nuovo Master in “Manufacturing 4.0” promosso dal Politecnico di Torino e progettato per rispondere alle esigenze di un settore industriale in continua e rapida trasformazione. Si tratta di un percorso formativo innovativo, in partenza ad aprile 2018 e della durata di 2 anni, condotto interamente in lingua inglese, le cui lezioni saranno tenute anche dai migliori manager Comau, durante il quale verranno affrontate le principali tematiche che caratterizzano la produzione manifatturiera 4.0 e il processo di digitalizzazione delle imprese.

Gli studenti selezionati saranno assunti da Comau, lavorando in diverse business units e con mansioni differenti, grazie ad un contratto di Alto Apprendistato (ex art.45 – D. Lgs 81/2015). Al termine del programma di studio, i partecipanti conseguiranno un diploma di Master specialistico di II livello. Obiettivo del Master è la formazione di manager con competenze innovative e avanzate, in grado di rispondere alle sfide di un’industria manifatturiera globale in rapida evoluzione, e di padroneggiare le nuove tecnologie e gli strumenti abilitanti dell’Industria 4.0, come la raccolta di informazioni di processo e analisi dati (Internet of Things, Big Data, cloud computing); l’interazione uomo-macchina (digital devices, interfacce grafiche, realtà virtuale e aumentata); la robotica collaborativa; le nuove tecnologie di produzione e progettazione industriale (additive manufacturing).

“La nostra azienda crede nei giovani e rinnova il suo impegno nello sviluppo di progetti di alta formazione – in aula e on the job – capaci di fornire alle nuove generazioni gli strumenti per rispondere alle sfide della quarta rivoluzione industriale e della trasformazione digitale ormai in atto – afferma Donatella Pinto, Head of HR di Comau -. Nel contesto del Master in ‘Manufacturing 4.0’ Comau porta il know-how di una realtà aziendale globale, votata all’innovazione tecnologica, e l’esperienza nell’accrescimento delle competenze, maturata negli anni grazie alla propria Academy. Dal connubio tra le expertise delle diverse Società che partecipano al progetto, leader nei rispettivi settori, con l’autorevolezza scientifica del Politecnico di Torino, nasce quindi un programma formativo che guarda al futuro, costruendolo già oggi”.

Il Master in “Manufacturing 4.0”, contraddistinto da un carattere interaziendale, nasce come naturale evoluzione di iniziative di formazione ad alta specializzazione che Comau disegna e sviluppa da molti anni attraverso la sua Academy: dai corsi pre e post laurea per neolaureati e studenti, al training per aziende e professionisti, ai Master Executive, fino all’ultimo nato in casa Comau, e.DO, robot open source e modulare di piccole dimensioni, utilizzato nelle scuole di ogni ordine e grado per lo studio di materie curricolari – come matematica, fisica, arte – e in specifici progetti didattici, come il Patentino della Robotica, che consente agli studenti di ottenere un certificato di uso e programmazione di un robot industriale. Attività organizzate con successo anche grazie alla collaborazione del Politecnico di Torino e che oggi si aprono alla partecipazione di altre importanti aziende del settore industriale.

È possibile inviare domanda per partecipare alle selezioni del Master fino al 23 marzo 2018.

Per maggiori informazioni sul percorso di studi e sulle modalità di iscrizione:
https://didattica.polito.it/master/manufacturing_4_0/2018/comau?d=preview

L’articolo Comau: partner del nuovo Master in “Manufacturing 4.0” promosso dal Politecnico di Torino sembra essere il primo su Stampi.

Source: Stampi
Comau: partner del nuovo Master in “Manufacturing 4.0” promosso dal Politecnico di Torino

Condividi:

Simulazione: Siemens arricchisce le funzionalità di Simcenter

Simulazione: Siemens arricchisce le funzionalità di Simcenter

Siemens ha annunciato la nuova release del software Simcenter Amesim™, la piattaforma di mercato per la simulazione di sistemi meccatronici a una dimensione (1D). La release del software aumenta la produttività nella simulazione dei sistemi offrendo un’esperienza utente notevolmente migliorata e una maggiore integrazione con i processi di progettazione. Due nuovi prodotti, Simcenter Webapp Server e Simcenter Embedded Software Designer, arricchiscono le funzionalità di simulazione del portafoglio Simcenter. Le nuove release di Simcenter System Synthesis e Simcenter Sysdm agevolano ulteriormente la creazione di architetture di simulazione e la gestione dei modelli. Grazie a queste aggiunte all’offerta Simcenter™, una suite consolidata di software di simulazione e soluzioni di collaudo, gli ingegneri potranno realizzare progetti accurati già nelle fasi iniziali del ciclo di sviluppo, velocizzando i tempi di progettazione e realizzando prodotti di maggior successo. 

Una piattaforma integrata e scalabile

Simcenter Amesim è una piattaforma di simulazione integrata e scalabile che consente agli utenti di valutare e ottimizzare virtualmente le prestazioni dei sistemi meccatronici lungo tutto il ciclo di progettazione. Librerie multifisiche pronte all’uso, unite a soluzioni applicative orientate al mondo industriale, consentono agli esperti di simulazione di creare velocemente modelli ed effettuare analisi con grande precisione. Simcenter Amesim supporta Functional Mockup Interface (FMI) e Modelica® può essere abbinato ai principali software CAE, CAD e di controllo, oltre che ad altre soluzioni Simcenter e Teamcenter®. Questa flessibilità facilita l’integrazione con svariati processi aziendali. La nuova release offre un flusso di modellazione notevolmente ottimizzato e un’interfaccia utente completamente riprogettata per migliorare l’ergonomia e la produttività complessiva attraverso la standardizzazione con altre soluzioni Simcenter.

 

 

L’articolo Simulazione: Siemens arricchisce le funzionalità di Simcenter sembra essere il primo su Stampi.

Source: Stampi
Simulazione: Siemens arricchisce le funzionalità di Simcenter

Condividi:

Sensore magnetico per micropneumatica MZCG di SICK

Sensore magnetico per micropneumatica MZCG di SICK

Con MZCG, SICK presenta una nuova famiglia di sensori magnetici per la micropneumatica; nello specifico, la serie rileva la posizione in pinze pneumatiche e cilindri pneumatici miniaturizzati con cava a C. Grazie alla custodia dal design universale, la linea MZCG è adatta alle cave a C di molteplici produttori, andando così a ridurre i costi di magazzino e rendendo possibile una progettazione della macchina più flessibile.

MZCG si rivela molto versatile in tutte le situazioni in cui è presente poco spazio per il montaggio. La sua custodia, infatti, è lunga solo 12,2 mm e il collegamento del cavo radiale ruotato di 90° è ottimale per i piccoli attuatori. Il metodo fissaggio, inoltre, ne rende rapido e sicuro il montaggio: è sufficiente inserire il sensore dall’alto nella cava a C e fissarlo con una vite.

Il breve intervallo di commutazione del sensore magnetico per cilindri MZCG, ottimizzato per applicazioni con pinze, consente tempi ciclo più rapidi e aumenta l’efficienza dei processi. Il cavo speciale resiste alle grandi torsioni e ad un elevato numero di rapide variazioni di direzione; pertanto è ideale per le applicazioni dinamiche nei campi della robotica, della movimentazione, del montaggio e dell’industria elettronica.

Per maggiori informazioni: www.sick.it.

Source: Meccanica e Automazione
Sensore magnetico per micropneumatica MZCG di SICK

Condividi:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi