Makino: produrre pensando al futuro, investendo in innovazione

Makino: produrre pensando al futuro, investendo in innovazione

Makino Italia, branch italiana della multinazionale giapponese costruttrice di macchine utensili, fornisce sul nostro mercato soluzioni tecnologiche avanzate, dedicate in particolare al settore stampi, alla produzione manifatturiera e all’aerospace.

Trend 4.0 per il settore stampi

Cosa caratterizza, secondo Makino, l’attività degli stampisti italiani? «Innanzitutto eccellenti capacità e qualità produttive, che vanno sostenuti da lungimiranza imprenditoriale e da strategici investimenti in innovazione»: durante l’intervista a Marco Rizzi, managing director di Makino Italia, abbiamo parlato delle potenzialità del comparto Stampi, in Italia e all’estero, ma anche delle opportunità che gli stampisti devono cogliere per far fronte, con successo, alla trasformazione digitale che caratterizza l’Industria 4.0.

 

L’articolo Makino: produrre pensando al futuro, investendo in innovazione sembra essere il primo su Meccanica News.


Source: Stampi
Makino: produrre pensando al futuro, investendo in innovazione

Condividi:

Made in Steel: a Milano dal 14 al 16 maggio 2019

Made in Steel: a Milano dal 14 al 16 maggio 2019

made in steel 2019

“STEEL HUMAN – Sustainability and innovation” questo è il titolo della prossima edizione di Made in Steel. Già superata del 20% l’area espositiva venduta rispetto al totale dell’edizione precedente. Espositori esteri al 19%, verso il raddoppio i buyer.

Made in Steel 2019: business e cultura, comunicazione e pregio espositivo

Sarà “STEEL HUMAN – Sustainability and innovation” il titolo dell’ottava edizione di Made in Steel, che si terrà dal 14 al 16 maggio 2019 a fieramilano Rho (Milano).
Quando mancano ormai meno di cinque mesi all’apertura dei padiglioni 22 e 24 di fieramilano, la principale Conference & Exhibition del Sud Europa dedicata alla filiera siderurgica, organizzata da siderweb – La community dell’acciaio, svela quindi quali saranno i grandi temi che struttureranno la parte della manifestazione dedicata a conferenze e cultura, che affiancheranno business e relazioni commerciali.

L’idea intercetta le due grandi priorità odierne dell’industria dell’acciaio globale, alle prese con la necessità di ridurre il proprio impatto ambientale e di rinnovare prodotti e processi per non perdere competitività.

«Solo con le leve della sostenibilità e dell’innovazione, i pilastri sui quali si reggerà la siderurgia del futuro, riusciremo a produrre un acciaio umano, restando umani, rispettando persone, ambiente, imprese. Per conquistare un futuro migliore, è necessario integrare rigore quantitativo, attenzione all’organizzazione e logica economica con empatia, saggezza, coraggio e creatività proprie dell’uomo».

Emanuele Morandi, amministratore delegato di Made in Steel.

Made in Steel 2019: verso numeri da record

Già a dicembre, a cinque mesi dalla chiusura delle registrazioni, i metri quadrati venduti (circa 12mila) superavano di ben il 20% la superficie espositiva totale della precedente edizione. Circa l’80% degli espositori del 2017, poi, ha confermato la propria partecipazione anche nel 2019; una quota superiore del 10% alla media di analoghe manifestazioni internazionali.

A oggi, gli espositori provengono da 16 Paesi: oltre ai grandi produttori siderurgici europei, come Germania, Francia e Spagna, troviamo anche altri giganti siderurgici in forte espansione, come India (il terzo produttore siderurgico mondiale nel 2017, con 101 milioni di tonnellate) e Turchia (ottavo con 37,5 milioni di tonnellate). Gli espositori stranieri rappresentano il 19% del totale. Numeri che migliorano, già oggi, le performance finali del 2017.

Crescerà anche il numero di buyer qualificati, che supereranno le 50 unità, moltiplicando così le opportunità di business offerte dalla “tre giorni” dell’acciaio.

L’articolo Made in Steel: a Milano dal 14 al 16 maggio 2019 sembra essere il primo su Meccanica News.


Source: Stampi
Made in Steel: a Milano dal 14 al 16 maggio 2019

Condividi:

ICE e ReteImpresa: accordo per aiutare le Pmi a internazionalizzarsi

ICE e ReteImpresa: accordo per aiutare le Pmi a internazionalizzarsi

Agenzia ICE e ReteImpresa hanno siglato un nuovo patto per favorire l’internazionalizzazione delle imprese italiane.

Secondo Piergiorgio Borgogelli, direttore generale dell’Agenzia ICE, questo documento costituisce il rafforzamento di una partnership già consolidata e inserisce un altro importante tassello ai servizi offerti alle imprese volti a contribuire allo sviluppo del loro business nel mondo.

Le reti di impresa e i consorzi per l’internazionalizzazione potranno così contare sull’esperienza, la competenza e la presenza diffusa all’estero dell’ICE, attraverso 78 uffici in 66 paesi, e sul supporto operativo di Confindustria per la rappresentanza, la promozione e lo sviluppo delle aggregazioni tra imprese nel sistema produttivo italiano.

L’accordo prevede infatti l’erogazione dei servizi del catalogo ICE a condizioni agevolate per i soci di RetImpresa, oltre alla collaborazione su una serie di iniziative, in ambito informativo, formativo e di assistenza, per potenziare la capacità di internazionalizzazione e di export delle imprese italiane che condividono strategie e programmi di business.

Assieme al consolidamento della collaborazione con l’Agenzia ICE, per Fabrizio Landi, vicepresidente di RetImpresa, l’intesa consentirà di sostenere in maniera concreta le imprese italiane, soprattutto le Pmi, affrontando congiuntamente le sfide della competizione globale e puntando su fattori strategici, quali la conoscenza, lo sviluppo di progetti sperimentali, di iniziative promozionali e il presidio dei mercati esteri.

L’articolo ICE e ReteImpresa: accordo per aiutare le Pmi a internazionalizzarsi sembra essere il primo su Meccanica News.


Source: Stampi
ICE e ReteImpresa: accordo per aiutare le Pmi a internazionalizzarsi

Condividi: