Sviluppato un nuovo tipo di cemento in grado di resistere ai terremoti

Sviluppato un nuovo tipo di cemento in grado di resistere ai terremoti

Dall’università della British Columbia un nuovo trattamento di cemento fibro-rinforzato che può migliorare drasticamente la resistenza tellurica delle strutture sismicamente vulnerabili.

Denominato EDCC (eco-friendly ductile cementitious composite), il materiale è stato progettato a livello molecolare per reagire in modo simile all’acciaio, conferendo così al cemento elevata resistenza, duttilità e malleabilità. Combinando il cemento con fibre a base polimerica, ceneri volatili e altri additivi industriali, l’EDCC è anche sorprendentemente sostenibile in quanto consente di ridurre l’impiego di cemento necessario nelle formule tradizionali, riducendo le emissioni nocive tipiche di questo materiale.

Questo trattamento costituisce un ottimo esempio di come la ricerca applicata presso le università pubbliche canadesi stia sviluppando agenti di cambiamento di prossima generazione. L’innovazione e lo spirito imprenditoriale presenti in tutte le istituzioni scolastiche post-secondarie stanno guidando sempre più verso tecnologie d’avanguardia e contribuendo a creare un’economia dinamica e moderna a vantaggio di tutta la comunità.

Il materiale verrà impiegato per la prima volta all’interno del progetto di ammodernamento della scuola elementare Dr. Annie B. Jamieson di Vancouver mentre i prossimi interventi includono la ristrutturazione di una scuola a Roorkee nella regione di Uttarakhand, in India, dove i terremoti sono un evento ordinario, e la realizzazione di case resilienti per le comunità First Nations. Grazie alla sua versatilità, potrà essere applicato a una varietà di strutture in calcestruzzo quali la costruzione di condotte, marciapiedi, piattaforme offshore, strutture antisfondamento e pavimentazioni industriali.

http://www.compositimagazine.it/edcc-dal-canada-un-cemento-elastico-aiutera-a-ridurre-i-danni-dei-terremoti/

L’articolo Sviluppato un nuovo tipo di cemento in grado di resistere ai terremoti sembra essere il primo su Stampi.

Source: Stampi
Sviluppato un nuovo tipo di cemento in grado di resistere ai terremoti

Condividi:

I sensori di grafene potrebbero rivoluzionare l’Internet of Things

I sensori di grafene potrebbero rivoluzionare l’Internet of Things

I ricercatori della University of Manchester hanno ideato dei sensori di grafene integrati nei dispositivi RFID che hanno il potenziale per rivoluzionare l’Internet of Things (IoT). Stratificando il grafene con l’ossido di grafene (un derivato del grafene), per creare una eterostruttura flessibile, il team ha sviluppato sensori di umidità per il telerilevamento con la possibilità di connettersi a qualsiasi rete wireless.

La natura innovativa di questo sviluppo è data dal fatto che tali sensori possono essere stampati strato su strato per produzioni scalabili e di massa a costi molto bassi. Il dispositivo non richiede alcuna fonte di batteria in quanto ricava energia dal ricevitore.

I sensori con un attivatore RFID sono il cuore dell’IoT. Questa nuova scoperta può favorire diverse applicazioni come il monitoraggio wireless intelligente senza batteria dei processi di produzione che sono sensibili all’umidità, della sicurezza alimentare, dell’assistenza sanitaria e delle scorie nucleari.

La tecnica sviluppata possiede il potenziale per semplificare le modalità con cui le informazioni vengono raccolte attraverso il relativo sistema wireless, non è vincolata a una particolare rete wireless e ha la capacità intrinseca di essere compatibile con reti tra cui quelle WiFi e 5G.

Secondo i ricercatori l’entusiasmo non si esaurisce attraverso questa applicazione ma costituisce le basi per possibilità future di integrazione di questa tecnica con altri materiali bidimensionali, aprendo così le porte a nuovi scenari nell’ambito delle applicazioni di rilevamento wireless.

https://phys.org/news/2018-01- scientists-graphene- sensors-revolutionise- internet.html

L’articolo I sensori di grafene potrebbero rivoluzionare l’Internet of Things sembra essere il primo su Stampi.

Source: Stampi
I sensori di grafene potrebbero rivoluzionare l’Internet of Things

Condividi:

Leister, un nuovo sito dal carattere internazionale

Leister, un nuovo sito dal carattere internazionale

Leister Technologies ha un nuovo sito, disponibile in ben sei lingue: inglese, francese, tedesco, spagnolo olandese e naturalmente italiano (https://www.leister.com/it). La mole notevole di dati, notizie, schede e informazioni tecniche e commerciali che Leister mette a disposizione del pubblico è stata sistematizzata per semplificarne la ricerca, quale che sia il punto di partenza: l’interfaccia semplice e funzionale permette infatti di identificare le soluzioni ideali per i diversi settori applicativi, o, nel caso si sia già individuato il prodotto Leister di proprio interesse, di scoprire tutti i dettagli sul suo funzionamento e sulle diverse possibilità di utilizzo.

Sezioni dedicate ai diversi settori applicativi. Chi fosse interessato alle soluzioni ad aria calda per l’industria di processo, ad esempio, troverà nella sezione Process Heat informazioni relative ai settori applicativi d’elezione di queste soluzioni (che comprendono, oltre naturalmente alle industrie alimentari, delle bevande e del packaging, anche l’ingegneria meccanica ed elettronica, la lavorazione della plastica della carta e dei metalli, l’industria automobilistica e farmaceutica), ai processi dove trovano più frequente impiego (riscaldamento, ritrazione, sterilizzazione, essiccazione e altro ancora), ai prodotti raggruppati per categoria (riscaldatori, soffianti, componenti di controllo, fino agli accessori), e informazioni di carattere pratico (l’indirizzo del centro di assistenza e, nella sezione Download, le schede, i manuali tecnici e pratici file scaricabili in formato CAD). Un’analoga pratica suddivisione per settori e prodotti porta a ritrovare agevolmente le informazioni riguardo alle altre categorie in cui è suddivisa l’offerta Leister, come le soluzioni ad aria calda per la saldatura delle materie plastiche (Plastic Welding) o le saldatrici laser.

Le informazioni sempre consultabili con rapidità. Oltre alla suddivisione nelle macro-aree dell’offerta Leister, il sito comprende anche una pratica barra di navigazione per arrivare facilmente alle informazioni sull’azienda, le applicazioni, i servizi e le opportunità di carriera; già in home page sono presenti le informazioni di contatto e le ultime notizie su prodotti e casi applicativi. Sempre in home page, i link alle pagine social dell’azienda, in particolare al canale YouTube, dove sono presenti decine di video informativi sulle soluzioni Leister e, nel nuovo canale How To, video tutorial che descrivono, in modo sintetico quanto efficace, l’utilizzo dei diversi prodotti in vari settori applicativi.

Per ulteriori informazioni visitate il sito www.leister.com.

Source: Meccanica e Automazione
Leister, un nuovo sito dal carattere internazionale

Condividi:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi