FLEXI2bend, l’entry level della piegatura a bandiera 4.0

alpemac

Presentata ufficialmente in occasione della Blechexpo di Stoccarda dello scorso ottobre, FLEXI2bend è la nuova piegatrice a bandiera semiautomatica proposta da RAS e Alpemac, predisposta per l’Industria 4.0 con cui, grazie alla programmazione 3D, è possibile creare pezzi unici e complessi ad alta precisione e qualità.

alpemac
FLEXI2bend è la nuova piegatrice a bandiera semiautomatica RAS perfettamente in linea con i dettami richiesti da Industria 4.0

Alpemac, in qualità di official dealer di RAS per l’Italia, propone FLEXI2bend, la soluzione di punta adeguata ai dettami richiesti dalla digitalizzazione della produzione. L’impiego di un moderno controllo numerico e del software di programmazione Bendex di RAS rende, infatti, questa piegatrice perfettamente in linea con i dettami dell’Industria 4.0 e le richieste di un mercato della lavorazione lamiera esigente come quello italiano.

 

Particolari complessi con estrema precisione e ripetibilità

Pur trattandosi di una piegatrice a bandiera semiautomatica, FLEXI2bend è estremamente efficace termini di flessibilità produttiva essendo capace di realizzare particolari complessi ad alto valore aggiunto con la stessa precisione e ripetibilità di semplici cassette, pannelli o profili. Tutto ciò è diretta conseguenza dell’expert knowledge virtuale implementato da RAS nel software grafico Bendex 3D. Al pari dei modelli più blasonati della gamma, anche con questo modello entry level è possibile programmare automaticamente i pezzi, valutare strategie di piegatura alternative e mostrare sul monitor la simulazione della sequenza di piegatura in 3D. Dove, in precedenza, la programmazione richiedeva conoscenze specialistiche, oggi c’è un alto grado di intelligenza implementata nel software Bendex.

Alpemac
Dove, in precedenza, la programmazione richiedeva conoscenze specialistiche, FLEXI2bend propone un alto grado di intelligenza implementata nel software Bendex

 

I pezzi possono essere inseriti sullo schermo ben visibile o importati come file STEP, DXF o GEO. Con un solo clic del mouse, il software programma automaticamente l’intera sequenza di piegatura, compreso il setup degli utensili. La conoscenza degli esperti è stata quindi convertita in un software che, grazie alla versione Office, consente di programmare la piegatrice da remoto senza fermarla. Tutto ciò rende la FLEXI2bend estremamente facile da utilizzare, con bassissimo tempo di apprendimento e ideale per essere inserita in una qualsiasi smart factory.

Rapide sequenze di movimento, per un’elevata produttività

Disponibile nei due modelli RAS 73.40-2 e RAS 73.30-2, rispettivamente con capacità di 4060 x 2,5 mm e 3.200 x 3 mm, FLEXI2bend unisci i tipici vantaggi della tecnologia di piegatura a bandiera (quali precisione e qualità dei particolari, privi di graffi) a una grande versatilità operativa. La forma della traversa superiore della macchina offre infatti ampio spazio libero davanti e dietro la traversa stessa, la cui posizione di chiusura e apertura programmabile consente di creare profili aperti o chiusi con massima libertà.

alpemac
L’intelligente sistema di bombatura della tavola a bandiera della FLEXI2bend compensa automaticamente la deformazione della trave causata dalle forze di piegatura

L’intelligente sistema di bombatura della tavola a bandiera compensa automaticamente la deformazione della trave causata dalle forze di piegatura. La FLEXI2bend ottiene così curve diritte con lamiere sottili o spesse, tutti i tipi di materiale, flange lunghe o corte, e non importa se si piega al centro della macchina o lateralmente. Le rapide sequenze di movimento assicurano un’elevata produttività, così come l’adattamento automatico allo spessore della lamiera e al raggio di piegatura incrementano, loro volta, la produttività e la flessibilità per i piccoli lotti.

SpeeOptimizer, più velocità tra una piega e l’altra

alpemac
Al pari dei modelli più blasonati della gamma, anche con FLEXI2bend è possibile programmare automaticamente i pezzi, valutare strategie di piegatura alternative e mostrare sul monitor la simulazione della sequenza di piegatura in 3D

La funzione SpeeOptimizer aumenta la velocità del 20% rilasciando il pezzo mentre la bandiera di piegatura si muove verso il basso tra una piega e l’altra in quanto la FLEXI2bend esegue solo pieghe in positivo. La flessibilità della macchina è ulteriormente ampliata dalla possibilità di utilizzare la bandiera di piega come battuta di riscontro posteriore soprattutto nel caso di spezzoni di lamiera ad angolo obliquo.

Parlando di riscontri posteriori, la macchina può avere configurazione rettangolare (10 – 1.550 mm) o a “T” per lunghezze comprese tra 10 e 3.050 o 4.050 mm a seconda del modello. In ogni caso, tutte le dita di riscontro scompaiono sotto la superficie del tavolo di supporto della macchina quando il pezzo in lavorazione deve essere ruotato, anche nel caso di particolari di grandi dimensioni, sono sempre gestibili da un unico operatore.

L’articolo FLEXI2bend, l’entry level della piegatura a bandiera 4.0 sembra essere il primo su Meccanica News.


Source: Stampi
FLEXI2bend, l’entry level della piegatura a bandiera 4.0

Condividi: