Prima Additive, tre innovazioni per la manifattura additiva

Prima Additive

Prima Additive presenterà le sue ultime innovazioni a Formnext 2021, il punto d’incontro internazionale per la prossima generazione di sistemi di produzione industriale intelligente, che si svolgerà a Francoforte, in Germania, dal 16 al 19 novembre 2021.

Come suggerisce il motto scelto per questo evento, “Good to Grow”, in un periodo in cui molti settori industriali sono finalmente tornati ad espandersi e a guardare al futuro, Prima Additive presenta le sue soluzioni per una crescita intelligente e sostenibile. Prima Additive sarà felice di incontrare i visitatori di Formnext di nuovo di persona e in totale sicurezza per mostrare le sue ultime innovazioni a prova di futuro.

Presentato in anteprima a Formnext, Print Genius 150 Double Wavelength è il nuovo prodotto della serie 150 di Prima Additive con tecnologia Powder Bed Fusion. Ciò che rende unica questa macchina è l’innovativa configurazione delle sorgenti laser: un laser infrarosso da 300 W e un laser verde da 200 W, che possono lavorare alternativamente sulla stessa area di lavoro. In questo modo è possibile selezionare la migliore lunghezza d’onda per ottimizzare l’assorbimento della radiazione laser da parte del materiale. Ad esempio, è possibile scegliere la radiazione IR per leghe di acciaio, titanio, nichel, cromo-cobalto o radiazione verde per rame puro, alluminio o altri materiali altamente riflettenti. Print Genius 150 Double Wavelength presenta un volume di costruzione con un diametro di 150 mm e un’altezza di 160 mm.

Prima Additive
Prima Additive Print Genius 150

Un’altra soluzione in mostra allo stand di Prima Additive è la Print Genius 250, la soluzione ideale per applicazioni di stampa dei metalli ad alta produttività, in grado di ridurre i tempi di produzione grazie al suo doppio laser monomodale da 500 W, combinato con un software intelligente per un rapido orientamento dei pezzi e per la definizione dei parametri macchina. Il volume di costruzione di 258x258x350 mm rende la macchina adatta alla produzione di componenti di medie dimensioni.

Prima Additive
Prima Additive Laserdyne 811 DED

Anche l’ultimo sviluppo di Prima Additive per i processi di produzione additiva a deposizione diretta di energia, Laserdyne 811 DED, sarà in mostra a Francoforte. Laserdyne 811 è una soluzione estremamente flessibile: additive manufacturing, saldatura, foratura e taglio di componenti 3D e 2D sono supportati da un’unica macchina. Con il BeamDirector® e gli ugelli a cambio rapido, in una manciata di secondi la macchina può passare dall’additive alla saldatura alla foratura o taglio. La macchina dispone di un volume di lavoro di 1100 x 800 x 600 mm. Laserdyne 811 può essere equipaggiata con la testa di deposizione laser REAL_DED (REal-time Adaptive Laser beam for Direct Energy Deposition), sviluppata e brevettata da Prima Additive per aumentare le prestazioni e l’efficienza del processo di deposizione e consentire all’utilizzatore finale di adattare la dimensione dello spot del raggio laser in tempo reale durante il processo.

Oltre ad assistere alle dimostrazioni dal vivo delle macchine esposte, i visitatori potranno partecipare agli incontri face to face con gli esperti di Prima Additive e scoprire la gamma completa di servizi che massimizzano i benefici e la redditività della tecnologia additiva per tutto il suo ciclo di vita.

L’articolo Prima Additive, tre innovazioni per la manifattura additiva sembra essere il primo su Il Progettista Industriale.

Source: Attualita
Prima Additive, tre innovazioni per la manifattura additiva

Condividi: