Le viti a rulli satelliti Ewellix atterrano su Marte

Ewellix

Le viti a rulli satelliti standard Ewellix si sono evolute in un componente unico per aiutare a testare i segni di vite precedenti su Marte.

Ewellix ha sviluppato e prodotto una vite a rulli satelliti che è recentemente atterrata su Marte, come parte del progetto Mars 2020 Perseverance Rover Mission gestito dalla NASA. Gli ingegneri Ewellix di Armada, Michigan, hanno collaborato con il Jet Propulsion Laboratory (JPL) della NASA presso il California Institute of Technology per sviluppare un componente con vite a rulli satelliti per il Perseverance Rover che fosse sufficientemente robusto da sopportare le condizioni estreme dello spazio e di Marte, che possono toccare punte di -80oC.

Perseverance Rover su Marte

Dopo un viaggio durato 203 giorni, il Perseverance Rover, il più grande e avanzato rover che la NASA abbia mai inviato su un altro pianeta, è atterrato su Marte in cerca di segni di vite microbiche precedenti. La missione del Rover consiste nel raccogliere le rocce marziane, estrarre e sigillare i campioni da testare e conservare a bordo. Il mission team degli scienziati NASA deciderà quando e dove il Perseverance Rover lascerà i campioni che dovranno essere prelevati da una missione futura, programmata intorno al 2031, per riportarli sulla terra per un’analisi dettagliata.

Ewellix

La vite a rulli satelliti

La vite a rulli satelliti Ewellix si trova all’interno della stazione di sigillatura, alla base del Perseverance Rover, e genererà l’elevata forza necessaria per sigillare ermeticamente i 43 tubi di campionamento a bordo. Il Rover è dotato di un piccolo servomotore che aziona la madrevite della vite a rulli satelliti. Questo movimento rotatorio viene convertito in uno spostamento lineare che spinge un pistone che, a sua volta, preme la guarnizione all’interno dell’estremità aperta del tubo di campionamento con forza, velocità e posizione estremamente precise.

La vite a rulli satelliti Ewellix è una versione totalmente customizzata del prodotto standard di catalogo denominato SR/HR. Tutte le parti e i materiali sono stati adattati alle condizioni uniche, attraverso analisi e test approfonditi. Gli adattamenti includono i materiali per uso aerospaziale e le operazioni di trattamento termico effettuate dai fornitori con sede negli Stati Uniti, muniti di certificazioni aerospaziali.

Una vite che ha richiesto anni di sviluppo

Questa vite a rulli satelliti, unica nel suo genere, ha richiesto anni di sviluppo, prototipazione, fabbricazione e test, dall’esplorazione del concept fino alla convalida del sistema, in cui uno dei campioni finali del prodotto Ewellix è stato selezionato per la missione. Gli approfonditi test sul sistema, che hanno coinvolto anche le viti a rulli satelliti, si sono svolti al JPL in California.

Jean-Pierre Collognat, Project Lead e Business Development Manager di Ewellix, illustra alcune sfide del progetto: “Indubbiamente ci sono state alcune sfide per noi durante il progetto, a causa delle difficili condizioni applicative e all’ambiente, oltre alla necessità di ridurre le dimensioni dei nostri componenti il più possibile, così da ridurre spazio e peso, pur mantenendo ottimizzati l’affidabilità e il valore di carico nominale. Inoltre, tutti i materiali devono lavorare sempre a temperature estremamente basse, motivo per cui tutti i materiali dei componenti sono stati sottoposti a specifici trattamenti termici.

“Ewellix ha portato l’ingegneria e la fabbricazione di precisione a nuovi livelli, grazie a questo progetto incredibile, mostrando come un prodotto meccanico da catalogo possa evolversi in un componente unico da utilizzare, nel vero senso della parola, in un altro mondo!”.

 

L’articolo Le viti a rulli satelliti Ewellix atterrano su Marte sembra essere il primo su Il Progettista Industriale.

Source: Attualita
Le viti a rulli satelliti Ewellix atterrano su Marte

Condividi: