Elli Zerboni, frese a elica variabile ad alta asportazione (HPC)

Elli Zerboni, frese a elica variabile ad alta asportazione (HPC)

Le frese Elli Zerboni (www.ellizerboni.it) in metallo duro micrograna a 4 taglienti e a elica variabile per alta asportazione (HPC – High Perfomance Cutting) garantiscono una formidabile accuratezza a contornare e un’ottima finitura superficiale, rappresentando una soluzione economica ed efficace per la lavorazione degli acciai (con resistenza alla trazione inferiore ai 1400 N/mm2) e delle ghise. Questi utensili sono infatti dotati di una speciale geometria che li rende particolarmente adatti ad asportare elevate quantità di truciolo sui suddetti materiali e di un rivestimento TiAlN di alta qualità con cui è possibile operare anche a secco.

Una proposta unica nel suo genere

La nuova gamma Elli Zerboni si distingue poi per l’elica variabile con inclinazione di 35° e 38° con le corrispondenti variazioni di passo della spoglia secondaria e per una distanza irregolare tra i taglienti che possono lavorare in modo laterale e radiale. Queste particolarità costruttive stanno alla base dell’assenza di vibrazioni e della particolare silenziosità delle lavorazioni realizzate con queste frese, così come della loro elevata capacità di asportazione di truciolo (sino al 60% in più rispetto alle frese standard) con una lunga durata della vita utile.

Due sono al momento le famiglie di prodotto Elli Zerboni dotate di queste caratteristiche: le frese 9613C con angoli rettificati e le 9628A con angoli arrotondati, ossia toroidali. Le prime sono disponibili nelle misure che vanno dal diametro 3 mm al 25 mm, mentre le seconde, quelle toroidali, sono disponibili dal diametro 4 mm al 12 mm.

L’articolo Elli Zerboni, frese a elica variabile ad alta asportazione (HPC) sembra essere il primo su Meccanica News.


Source: Stampi
Elli Zerboni, frese a elica variabile ad alta asportazione (HPC)

Condividi: