Anno da record per EU Automation

Anno da record per il fornitore di parti per l’automazione EU Automationche è riuscito a creare nuova occupazione e incrementare le vendite nonostante il difficile periodo. L’organico aziendale è infatti cresciuto del 14% nel 2020 e le sue attività globali si sono ampliate del 45% negli ultimi tre anni, il che lo rende uno dei fornitori europei di parti per l’automazione in più rapida crescita. Ad oggi, EU Automation ha venduto più di un milione di parti per l’automazione in tutto il mondo, aiutando migliaia di produttori a mantenere la piena operatività. 

EU Automation, con sede a Francoforte e magazzini in Regno Unito, Stati Uniti e Singapore, attualmente serve 156 Paesi nel mondo in 22 lingue diverse. Questo, unitamente alla rapida crescita aziendale in termini di organico e vendite, gli ha recentemente consentito di conquistare la presenza nell’elenco Fast Track 100 di The Sunday Times che rende omaggio alle aziende private britanniche caratterizzate da una rapida crescita.

Intuendo che i propri clienti necessitano di un fornitore di parti affidabile, in un periodo in cui le catene di approvvigionamento sono estremamente precarie, EU Automation ha preso la decisione di spostare la propria sede principale e Francoforte. Ciò consente all’azienda di migliorare i propri servizi verso l’Italia, con tempi di spedizione verso Milano di sole sette ore in alcuni casi.

Il fornitore per l’automazione, che supporta una vasta gamma di industrie e settori verticali, fornisce parti per l’automazione e il controllo di tutti i principali produttori di apparecchiature originali (OEM) tra cui ABB, Fanuc, Honeywell, Siemens e molti altri. Ha strutture in quattro Paesi strategici — Regno Unito, Stati Uniti, Germania e Singapore — e vanta una rete globale di fornitori partner ubicati nei principali continenti. 

Questo consente all’azienda di spedire parti per l’automazione in tutto il mondo in tempi record, aiutando i produttori a ridurre al minimo i costosi tempi di fermo in caso di avaria dei macchinari. Le parti per l’automazione, una volta spedite, possono arrivare ad esempio a Düsseldorf in tre ore, a Parigi in sei ore e a Milano in sette ore. L’affidabilità dell’azienda ha conquistato molti clienti di fama mondiale, tra cui Rolls Royce e Coca-Cola. 

EU Automation fornisce parti nuove, ricondizionate e obsolete; il team è specializzato nella corretta gestione delle apparecchiature meno recenti. Secondo la filosofia aziendale, obsoleto non è sinonimo di inutile o inefficiente e i produttori possono competere con successo in Industry 4.0 ricorrendo al retrofit delle apparecchiature meno recenti con componenti obsoleti ma di alta qualità. 

Questo approccio reca vantaggi ai produttori perché evita o minimizza i costi e la complessità della revisione di un’intera linea di produzione, oltre a ridurre la produzione di rifiuti elettronici e industriali. Questa filosofia viene ribadita nelle numerose iniziative di apprendimento online lanciate da EU Automation, che spaziano da una rivista aziendale dedicata ad un podcast sull’automazione e l’industria manifatturiera, raccolti nel Knowledge Hub online dell’azienda. 

EU Automation si concentra su un eccezionale servizio di assistenza clienti, con un team di responsabili vendite internazionali che supportano i clienti nella loro lingua madre. Questo ha consentito all’azienda di raggiungere il mix perfetto di digitalizzazione e tocco umano: i clienti non devono fare altro che passare in rassegna il vasto database del fornitore per trovare le parti di cui hanno bisogno, ma saranno assistiti da un account manager dedicato in tutte le successive fasi del processo di acquisto.

“Siamo molto orgogliosi di quanto velocemente sia cresciuta l’azienda. In particolare, siamo lieti di assistere all’espansione del nostro team globale, nonostante le difficoltà che abbiamo tutti dovuto affrontare nel 2020” ha dichiarato Jonathan Wilkins, direttore presso EU Automation. “Questo è il frutto del duro lavoro di tutto il team nonché della fiducia e delle fedeltà dei nostri clienti”.

Source: Meccanica e Automazione
Anno da record per EU Automation

Condividi: