Ricondizionamento efficace e sostenibile degli utensili

L’utensile migliore. Ricondizionamento efficace e sostenibile degli utensili

Nella produzione, il tempo è denaro. Foratura, fresatura e finitura sottopongono gli utensili a un’enorme sollecitazione. Jill Glynn, Commercial Services Manager presso uno dei leader nel settore del taglio dei metalli Sandvik Coromant, ci spiega in che modo il ricondizionamento degli utensili può aumentarne la durata — in maniera economicamente efficiente e sostenibile.

 Il termine “ricondizionato” può far venire in mente prodotti al limite dell’usura, inferiori alle rispettive versioni nuove. La verità è che, acquistando da un fornitore fidato, gli utensili ricondizionati forniscono gli stessi risultati uniformi garantiti al momento dell’acquisto. Esistono, tuttavia, alcune convinzioni errate riguardo gli utensili ricondizionati.

Ricondizionare non significa riparare

Prima di tutto, ricondizionare non significa riparare. Durante una riparazione, si esaminano e sostituiscono soltanto le parti difettose. Il ricondizionamento, invece, ripristina ogni aspetto del prodotto, riportandolo agli standard di produzione originali.

Diversamente dai componenti riparati, i clienti possono aspettarsi che i prodotti ricondizionati siano nelle medesime, perfette condizioni di un componente nuovo. Il ricondizionamento degli utensili, tuttavia, differisce leggermente rispetto a quello di altri componenti industriali.

L’usura degli utensili può variare

L’usura degli utensili può variare enormemente a seconda dell’applicazione. Nella produzione automotive o aerospaziale, in cui gli utensili devono praticare una gran quantità di fori in un’unica operazione, è possibile incorrere in una maggior quantità di danni. Analogamente, le industrie che operano in contesti difficili, come l’aerospaziale e l’Oil and Gas, possono esporre l’utensile ad ambienti più duri, mettendone ulteriormente in pericolo la durata.

Nelle applicazioni con utensili in metallo duro integrale, non è una questione di se l’utensile verrà ricondizionato, ma quando. A causa di tale inevitabilità, i produttori di utensili devono considerare l’idea del ricondizionamento fin dalla fase di progettazione.

Generalmente, i dati CAD dell’utensile vengono memorizzati in modo che le versioni ricondizionate possano corrispondere perfettamente alla geometria e al rivestimento originale dell’utensile. Nel caso degli utensili da taglio su misura, questo è fondamentale per soddisfare le specifiche originali del cliente.

La capacità di riutilizzare un singolo utensile più volte, anziché investire in più utensili, contribuisce anche alla sostenibilità. Gli utensili in metallo duro integrale, come quelli prodotti da Sandvik Coromant, vengono realizzati utilizzando una serie di materiali in esaurimento, come il tungsteno e il cobalto. La durata prevista delle riserve di tungsteno rimanenti è di soli 100 anni, il che rende insostenibile una strategia di riacquisti multipli.

Per una gestione sostenibile dei materiali, gli utensili devono durare più a lungo. Il ricondizionamento, come alternativa all’acquisto di nuovi utensili, gioca un ruolo fondamentale in tal senso.

Un servizio di ricondizionamento degli utensili

Sandvik Coromant offre un servizio di ricondizionamento degli utensili che i clienti sono incoraggiati a integrare nelle rispettive strategie di attrezzamento. Quasi tutti gli utensili in metallo duro integrale di Sandvik Coromant sono adatti al ricondizionamento. I clienti devono semplicemente spedire gli utensili al proprio centro di riferimento locale, in uno dei contenitori per il ricondizionamento forniti da Sandvik Coromant.  Gli utensili usurati possono essere spediti ai centri specializzati di Sandvik Coromant in Europa, Asia e nelle Americhe, dove si rispettano le specifiche originali in termini di geometria e rivestimento.

Il processo di ricondizionamento migliora la longevità dell’utensile, ma i costruttori vogliono utensili che possano essere ricondizionati e riutilizzati varie volte durante il loro ciclo di vita. Con quest’idea in mente, i costruttori di utensili dovrebbero mirare a produrre utensili che possano essere sottoposti a più cicli di ricondizionamento, senza che questo ne comprometta la qualità.

CoroDrill 860-GM garantisce fino a tre ricondizionamenti

Sandvik Coromant ha sviluppato una nuova aggiunta alla sua gamma, CoroDrill® 860 con geometria -GM, tenendo bene in mente queste considerazioni. Il design ottimizzato dell’utensile ne aumenta la durata rispetto alle versioni precedenti della gamma CoroDrill. Inoltre, CoroDrill 860-GM garantisce fino a tre ricondizionamenti. Questo consente di fornire efficacemente quattro utensili in un’unica soluzione.

Sostituire gli utensili in metallo duro integrale può risultare costoso e insostenibile. Le convinzioni errate sul ricondizionamento vanno messe da parte: questa pratica dovrebbe giocare un ruolo chiave nei piani di sostenibilità delle aziende. Il ricondizionamento può non soltanto aiutare i costruttori a sfruttare al massimo gli utensili ma, nel caso di CoroDrill 860-GM, può estendere la durata utensile sino a tre volte la durata prevista senza ricondizionamento.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito www.sandvik.coromant.com/it

 

L’articolo Ricondizionamento efficace e sostenibile degli utensili sembra essere il primo su Meccanica News.


Source: Stampi
Ricondizionamento efficace e sostenibile degli utensili

Condividi: