La ri-unione del team

Come smettere di annoiare durante una riunione, iniziando finalmente a motivare.

Organizzare meeting e riunioni senza che interrompano un flusso di lavoro intenso è possibile?

Preferire orari come le 12.00 oppure le 17.00 per fare i meeting in modo da avere tutte le ore della mattina o del pomeriggio per lavorare senza interruzione potrebbe essere una soluzione. Ad ogni modo, prima settare il calendario per tutte quelle riunioni, chiedetevi sempre: sono tutte necessarie?

L’ultima riunione a cui ho partecipato era di un team tecnico-commerciale di officina meccanica di costruzione stampi e io ero lì in qualità di shadow coach, ovvero supervisionavo il lavoro del titolare, una persona molto attenta alla sua leadership e consapevole di avere grandi spazi di miglioramento.

7 i partecipanti, 3 erano dei veri artisti con la penna! A uno di questi, il commerciale estero, vibrava continuamente il cellulare; altre due persone hanno trascorso 45 minuti fingendosi attente, mentre scarabocchiavano disegnini sul bloc notes brandizzato col nome di un importante fornitore di normalizzati. Più dei Picasso allo sbaraglio che dei progettisti. L’unica persona veramente concentrata era quella incaricata di fare il report finale. In questa impresa i confronti tra i tecnici e i commerciali sono fondamentali onde poter trasferire una risposta adeguata e autentica al cliente finale. Certo, se il mood di fondo è questo il risultato sperato potrebbe non essere raggiunto.

Se ti è capitato di organizzare o partecipare a una riunione come questa allora continua a leggere

 

L’articolo La ri-unione del team sembra essere il primo su Meccanica News.


Source: Stampi
La ri-unione del team

Condividi: