Archives: 30 Ottobre 2020

Relazione SKF relativa ai primi nove mesi del 2020

Relazione SKF relativa ai primi nove mesi del 2020

Relazione SKF relativa ai primi nove mesi del 2020: l’implementazione della strategia continua ad assicurare solidi risultati

Alrik Danielson, President e CEO afferma:

“La trasformazione di SKF in un’azienda più orientata ai clienti, innovativa e snella continua. Gli importanti risultati ottenuti nel terzo trimestre dimostrano le nostre ottime prestazioni in termini di implementazione della nostra strategia, compresi nuovi modi di lavorare, sviluppo ottimizzato, offerte più allettanti per i clienti e l’impegno per razionalizzare la produzione e renderla più rispondente alle esigenze dei clienti.

Nonostante un calo nelle vendite organiche del 5,1% rispetto allo scorso anno, abbiamo registrato un aumento del nostro margine operativo, escluse spese non ricorrenti, a un robusto 13,3% (11,3%).

Le vendite nette, ammontate a 18,6 miliardi di corone svedesi, sono inferiori rispetto all’anno passato, ma abbiamo assistito a una ripresa graduale della domanda dai livelli notevolmente più bassi del secondo trimestre. Il flusso di cassa durante il trimestre è stato pari a 2.266 milioni di corone svedesi, soprattutto grazie alla riduzione del capitale circolante netto.

Le vendite organiche in Europa sono diminuite del 12,5%. In Nord America le vendite sono diminuite dell’11,9%, mentre sono aumentate del 4,6% in America Latina e del 7,2% in Asia.

Il business Industrial ha ottenuto un margine operativo, escluse spese non ricorrenti, del 15,8% (13,9%), con un calo delle vendite organiche del 6,9%. Il business Automotive ha registrato un margine operativo, escluse spese non ricorrenti, del 7,4% (4,6%), con un calo delle vendite organiche dello 0,7%.

Stiamo intensificando le attività volte a regionalizzare, consolidare e ammodernare i nostri siti di produzione. Durante il trimestre abbiamo annunciato un investimento di 550 milioni di corone svedesi in Nord America, per ottimizzare i processi e l’automazione della nostra struttura per ralle di orientamento a Sumter e per trasferire dalla Cina al Messico la produzione di cuscinetti a rulli conici. Questi investimenti ci permetteranno di rafforzare ulteriormente la nostra offerta e la nostra posizione in Nord America. I miglioramenti ottenuti in termini di flessibilità e livelli di servizio ci consentono di unire gli stabilimenti di Avon, Ohio, e di North Charleston, South Carolina, nello stabilimento di Sumter.

Continuiamo anche ad adattare i nostri modi di lavorare e la struttura del nostro business, con conseguenti costi di ristrutturazione, che durante il trimestre sono ammontati a 462 milioni di corone svedesi. Benché siano decisioni difficili da prendere, questa flessibilità ci consente di adeguare il nostro business velocemente, investendo, al contempo, nelle competenze necessarie per il futuro.

L’incertezza del clima economico a breve termine rende difficile delineare una previsione affidabile per la domanda per il quarto trimestre. A causa di questa incertezza, il CdA ha quindi deciso di non convocare un Extraordinary General Meeting per proporre un dividendo supplementare per il 2019.

La nuova SKF del 2020 è in un’ottima posizione per adeguarsi alle fluttuazioni della domanda. Continueremo a investire per rendere la nostra offerta più competitiva e le nostre attività più snelle e per accelerare il ritmo dell’innovazione”.

Leggi di più: https://www.skf.com/it/news-and-events/news/2020/2020-oct-27-skf-nine-month-report-2020-strategy-implementation-continues-to-drive-strong-results-3813121

 

L’articolo Relazione SKF relativa ai primi nove mesi del 2020 sembra essere il primo su Meccanica News.


Source: Stampi
Relazione SKF relativa ai primi nove mesi del 2020

Condividi:

Boeing certifica il materiale Antero 800NA per la stampa 3D

Boeing certifica il materiale Antero 800NA per la stampa 3D

Boeing ha conseguito la certificazione della termoplastica Antero 800NA, rendendo questo materiale per alte temperature idoneo e utilizzabile nella produzione di componenti per il volo sugli aerei Boeing

Boeing certifica il materiale Antero 800NA di Stratasys per la stampa in 3D di componenti per aerei. Le performance ottimizzate di resistenza chimica e all’usura del materiale a base di PEKK rispetto ad altre alternative offrono a Boeing una nuova opzione ad alte prestazioni per i componenti in polimero per il volo.

Boeing ha certificato la termoplastica Antero 800NA per l’utilizzo all’interno della sua ampia gamma di risorse di stampa 3D, come annunciato oggi da Stratasys. Questo riconoscimento significa che questo materiale per alte temperature adesso può essere utilizzato per la produzione di componenti per il volo sugli aerei Boeing. Antero 800NA è un polimero a base di PEKK appositamente sviluppato per le stampanti 3D con tecnologia FDM di livello produttivo di Stratasys. Boeing ha rilasciato la specifica BMS8-444 e ha aggiunto l’Antero 800NA alla Lista di Prodotti Qualificati (QPL) dopo un’ampia valutazione delle prestazioni del materiale. È il primo materiale Stratasys certificato da Boeing per l’uso in applicazioni con elevati requisiti di resistenza chimica o all’usura.  “Boeing ha riconosciuto l’enorme utilità di Antero per applicazioni che prima non potevano avvalersi della stampa 3D”, ha dichiarato Scott Sevcik, Vicepresidente di Stratasys Aerospace. “La fabbricazione additiva offre grandi vantaggi nella semplificazione delle catene di fornitura aerospaziali sia per i processi OEM che per le revisioni, ma sono stati necessari materiali robusti per soddisfare gli impegnativi requisiti di volo”. La gamma di materiali Antero comprende l’800NA come pure l’Antero 840CN03, una variante dotata di proprietà ESD (dissipazione elettrostatica). Stratasys fornisce questi materiali sia ai clienti che utilizzano le stampanti 3D Stratasys F900 e Fortus 450mc sia opzionalmente ai clienti on-demand attraverso la Stratasys Direct Manufacturing.

L’articolo Boeing certifica il materiale Antero 800NA per la stampa 3D sembra essere il primo su Il Progettista Industriale.

Source: Attualita
Boeing certifica il materiale Antero 800NA per la stampa 3D

Condividi:

Tessuti antibatterici e antivirali per la mobilità

Tessuti antibatterici e antivirali per la mobilità

Tessuti antibatterici e antivirali

Adler produrrà tessuti antibatterici e antivirali per l’industria della mobilità: l’accordo a Tel Aviv con l’israeliana Sonovia. Il gruppo campano leader nella componentistica automotive e guidato da Paolo Scudieri porta avanti un altro importante risultato della collaborazione avviata con il Governo israeliano grazie ad AdlerInlight Technology Observatory.

Il Gruppo Adler – specializzato in componentistica automotive, con un fatturato di 1.5 miliardi di euro e sede in Campania – e l’Israeliana Sonovia – specializzata nella produzione di tessuti antibatterici e antivirali high tech – hanno siglato in data odierna un accordo sull’utilizzo esclusivo della tecnologia antibatterica su tappetti e tessuti per interni per il settore della mobilità, dall’automotive, all’aerspazio, treni, pullman, autobus. La firma è avvenuta oggi a Tel Aviv, in occasione della visita ufficiale del Ministro degli Affari Esteri, Luigi Di Maio, del Ministro israeliano degli Affari Esteri, Gabi Ashkenazi, e degli ambasciatori Gianluigi Benedetti e Dror Eydar. Paolo Scudieri, Presidente del Gruppo Adler, grazie all’Osservatorio Tecnologico AdlerInlight di Tel Aviv (fondato assieme a Roberta Anati, Ceo e fondatrice di Inlight) ha individuato in Sonovia il partner industriale per sviluppare tessuti e materiali per interni di auto e mezzi di trasporto con proprietà antibatteriche e antivirali. Tale tecnologia è in fase di test sui tappetti e tessuti di produzione Adler per il settore mobilità e ha già ottenuto i primi ottimi risultati da laboratori certificati. Paolo Scudieri e Roberta Anati di AdlerInlight sono, per questo, lieti di aver raggiunto questo importante risultato durante la visita del Ministro di Maio in Israele.

 

L’articolo Tessuti antibatterici e antivirali per la mobilità sembra essere il primo su Il Progettista Industriale.

Source: Attualita
Tessuti antibatterici e antivirali per la mobilità

Condividi:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi