La stampa 3D nelle macchine per il controllo della qualità

Con il materiale composito Windform XT 2.0, CRP Technology ora realizza in stampa 3D anche componenti per macchine per il controllo della qualità. Commissionata dell’azienda IMAL, la scatola di contenimento del sensore è stata interamente creata in stampa 3D da CRP Technology e rifinita con lavorazioni meccaniche di precisione a CNC da CRP Meccanica.

IMAL, azienda specializzata nella realizzazione di macchinari per la produzione di pannello truciolare, compensato, MDF e OSB, ha realizzato per un importante cliente una macchina controllo qualità da porre a fine ciclo produttivo, basata su tecnologia al TeraHertz / onde millimetriche (T-ray). Per la realizzazione della scatola di contenimento del sensore della macchina, IMAL ha deciso – per la prima volta –di non affidarsi a scatole commerciali, in quanto non avrebbero soddisfatto i criteri di qualità aziendali, ma alle soluzioni in stampa 3D fornite da CRP Technology. L’applicazione doveva essere realizzata in tempi ridotti, e coniugare elevate prestazioni meccaniche (resistenza ad accelerazioni, sollecitazioni e velocità sostenuta) ad altrettanti elevati standard estetici. L’attività del reparto Stampa 3D di CRP Technology è stata fin dall’inizio improntata alla massimizzazione e al raggiungimento degli obiettivi richiesti.

Partenza dai disegni tridimensionali

Scatola di contenimento sensore IMAL con lavorazioni meccaniche di precisione a CNC. Guscio posteriore (interno)

Il lavoro è partito da un’attenta analisi dei disegni tridimensionali ricevuti da IMAL.  Grazie al know-how acquisito in oltre 25 anni di attività a servizio dei settori industriali più esigenti e performanti, CRP Technology ha potuto assistere IMAL nella scelta della tecnologia e del materiale migliore per la riuscita del progetto: la sinterizzazione laser selettiva e il materiale composito Windform XT 2.0, che appartiene alla gamma Windform TOP-LINE (ideata e creata dalla stessa CRP Technology.) Windform XT 2.0 è un materiale composito a base poliammidica caricato con fibre di carbonio, famoso tra i professionisti della stampa 3D per le sue caratteristiche meccaniche. È particolarmente adatto per applicazioni ad alta prestazione proprie di settori come il motorsport, l’avionico, l’aerospaziale e UAV. Windform XT 2.0 sostituisce la formula precedente del Windform XT, con miglioramenti nelle proprietà meccaniche di assoluto rilievo: +8% sul carico di rottura, +22% sul modulo elastico e +46% sull’allungamento alla rottura. In questo caso specifico, la scelta del materiale si è rivelata ancora più appropriata: il carbonio con cui è caricato il Windform XT 2.0 ha infatti garantito alla scatola una schermatura dal punto di vista elettromagnetico.

La scatola di contenimento sensore IMAL realizzata da CRP Technology, dettaglio

Un plus ritenuto molto importante da IMAL. “Ci siamo rivolti a CRP Technology – spiegano da IMAL – perché sapevamo che ci avrebbe supportato nell’intero percorso di creazione, consigliandoci nella scelta migliore per ottenere il prodotto che volevamo nel minor tempo possibile: la scatola doveva risultare movimentata, e possedere le giuste caratteristiche meccaniche per essere funzionale a tutti gli effetti. In più – specificano – la scatola doveva risultare elegante dal punto di vista estetico, dal momento che le macchine di controllo qualità sono il fiore all’occhiello della nostra ditta e il top della tecnologia del sensore. Questa è la nostra prima esperienza con la stampa 3D professionale, e siamo molto soddisfatti. Lavorando con CRP Technology abbiamo riscontrato spirito di collaborazione, alta qualità, competenza e un approccio molto aperto e costruttivo nei nostri confronti.”

CRP Technology ha realizzato il modello ripartendolo in due gusci

La scatola di contenimento sensore IMAL in stampa 3D e Windform XT 2.0. Da sinistra: guscio anteriore (esterno), guscio posteriore (interno)

Il team di esperti di CRP Technology ha poi eseguito sul pezzo una scansione laser e il report di controllo è stato fornito a IMAL. Per ottenere un maggiore grado di finitura, la scatola è stata lavorata a CNC con centro di lavoro a 5 assi su attrezzo dedicato, e in più piazzamenti. Questo è stato possibile grazie alle caratteristiche dei materiali compositi Windform: non solo il Windform XT 2.0, ma tutti i materiali della gamma Windform TOP-LINE possono essere lavorati a CNC. L’azienda che si è occupata delle lavorazioni meccaniche sulla scatola IMAL è CRP Meccanica, che da 50 anni è leader nelle lavorazioni meccaniche di alta precisione a CNC. Il pezzo finito è stato sottoposto ai controlli del reparto qualità di CRP Meccanica, e consegnato al cliente.

Criticità

La scatola di contenimento sensore IMAL in stampa 3D e Windform XT 2.0: guscio posteriore (interno)

L’applicazione sarebbe stata sottoposta a continui sforzi e vibrazioni, quindi bisognava procedere alla sua costruzione con una tecnologia e un materiale che permettessero alla scatola di possedere caratteristiche di resistenza ad accelerazioni e velocità elevate. Inoltre, la scatola non si sarebbe dovuta rompere: la sua rottura avrebbe causato un inestimabile danno d’immagine per la IMAL. La stampa 3D professionale, unita al materiale di realizzazione Windform XT 2.0 e alle successive riprese a CNC, si è rivelata la scelta migliore: l’applicazione ha superato con successo i test di controllo e collaudo, e ha rispettato le richieste e gli standard di IMAL. La scatola sensore è stata installata sulla macchina controllo qualità e consegnata al cliente di IMAL, che si è detto contento e soddisfatto dell’intero macchinario. “Questa è la nostra prima esperienza con la stampa 3D professionale, e siamo molto soddisfatti. Lavorando con CRP Technology abbiamo riscontrato spirito di collaborazione, alta qualità, competenza e un approccio molto aperto e costruttivo nei nostri confronti.”

 

 

 

L’articolo La stampa 3D nelle macchine per il controllo della qualità sembra essere il primo su Il Progettista Industriale.

Source: Attualita
La stampa 3D nelle macchine per il controllo della qualità

Condividi: