Movimentazione pneumatica, sinonimo di efficienza e produttività

In una realtà industriale sempre più globalizzata e fortemente connessa, è necessario sviluppare strategie all’avanguardia nel caso di uno stabilimento avviato, in cui la pneumatica è comunque protagonista in una gestione dell’innovazione di processo o di prodotto.

Difficile riscontrare un sistema aziendale nel quale non siano presenti sistemi di movimentazione di materiali prodotti e carichi; essi fanno parte attiva della struttura gestionale e incidono in maniera significativa per quanto attiene i costi di un impianto industriale, che possono divedersi in due categorie: costi di impianto e di gestione. I costi di impianto sono in generale quelli relativi alla struttura del magazzino, degli impianti di movimentazione dei materiali e servizio agli impianti di movimentazione, i costi delle strutture interne di immagazzinamento e di altri sistemi di ricovero per le unità di stoccaggio e infine i costi delle apparecchiature informatiche e software per la gestione. Tra i costi di gestione si contano i costi relativi alle metodologie usate per la gestione del reparto e per la gestione del sistema di produzione, i costi energetici per l’alimentazione dei mezzi di movimentazione e dei relativi impianti di servizio e, infine, i costi della manodopera per la gestione del sistema.

La movimentazione dei carichi ha l’obiettivo preminente di rispondere all’esigenza della disponibilità di materiali e strumenti all’interno di un sistema industriale nel posto e al momento opportuni.

Le metodologie di movimentazione sono mirate alla tipologia di materiale da trasportare: ciascun tipo di materiale richiede specifiche soluzioni impiantistiche e di presa. Per realizzare la migliore scelta del sistema di movimentazione è di fondamentale rilevanza definire il sistema di movimentazione interno a un sito di produzione industriale, come il sistema finalizzato ad assicurare la disponibilità dei materiali alle differenti stazioni di lavoro. Ciò significa poter dire che un sistema di movimentazione è appropriato se rende disponibile la quantità giusta del materiale richiesto, nella stazione di produzione nei tempi corretti a un costo minimo.

Nell’ambito della movimentazione industriale, particolare importanza assumono i trasporti interni che si occupano di movimentare i prodotti all’interno dello stabilimento, dall’arrivo delle forniture alla spedizione dei prodotti finiti. I trasporti interni sono fondamentali per la sicurezza, la produttività, lo sfruttamento ottimale degli spazi di lavoro.

#td_uid_1_5f1c5d5dc360b .td-doubleSlider-2 .td-item1 {
background: url(https://www.meccanicanews.com/files/2020/07/navetta-a-cuscino-daria-1-80×60.png) 0 0 no-repeat;
}
#td_uid_1_5f1c5d5dc360b .td-doubleSlider-2 .td-item2 {
background: url(https://www.meccanicanews.com/files/2020/07/navetta-a-cuscino-daria-2-80×60.png) 0 0 no-repeat;
}

Movimentazione pneumatica

Gli attuatori pneumatici lineari costituiscono il più semplice e il più diffuso tra i motori pneumatici: essi sono motori in grado di trasformare in energia meccanica un’altra forma di energia, che è l’energia potenziale di pressione immagazzinata dall’aria compressa.

Esistono pure particolari attuatori flessibili per movimentazione pneumatica che permettono di manipolare carichi e oggetti, secondo direzioni spechiche e, spesso, in modo da imitare i movimenti di arti umani e tra questi un posto significativo occupano i cosiddetti muscoli pneumatici artificiali.

Esistono, però, particolari sistemi che permettono il sollevamento di carichi elevati (vedi Figura di apertura e le Figure 1-2) e sistemi di manipolazione dei carichi fra i più utilizzati, che saranno oggetto del seguente articolo.

 

L’articolo Movimentazione pneumatica, sinonimo di efficienza e produttività sembra essere il primo su Meccanica News.


Source: Stampi
Movimentazione pneumatica, sinonimo di efficienza e produttività

Condividi: