WSG, frese trocoidali in metallo duro

Tra le novità inserite di recente nella gamma WSG spiccano le frese per lavorazioni trocoidali ad alta velocità TSC (Trochooidal Speed Cutting). Si tratta di cinque frese adatte alle diverse tipologie di materiali.

Le lavorazioni trocoidali ad alta velocità (TSC) rappresentano una modalità di utilizzo delle frese che combina una fresatura circolare con un movimento in avanti. In questo modo possono essere lavorate ampie sezioni trasversali con basse forze di taglio e ad alta velocità. Quando si uniscono questi due processi si ha una lavorazione TSC statica con lo spessore medio del truciolo (hm) non costante.

ae = ampiezza di taglio
aeff = ampiezza di taglio effettiva
φs = angolo in presa
B = ampiezza della cava
D = diametro nom. della fresa

r = raggio della fresa (D/2)
hm = spessore medio del truciolo
fz = avanzamento per dente

Per ridurre lo sforzo di taglio e il calore sviluppato si riduce l’angolo in presa (φs) ottenendo anche un migliore smaltimento del truciolo. Per ridurre i tempi di produzione si utilizza un numero di taglienti maggiore con il quale si aumenta l’avanzamento totale.

La fresatura a contornare TSC dinamica (con hm costante) si ottiene tramite i moderni sistemi CAM, con un sensibile incremento dell’avanzamento unito a un ridotto angolo in presa. Tra i vantaggi:
• meno sforzo di taglio richiede meno stabilità e consente un’elevata profondità di taglio (ap);
• vibrazioni ridotte con un solo tagliente in presa alla volta;
• migliore smaltimento del truciolo;
• calore ridotto sull’area di taglio per il minore tempo di contatto e con velocità elevate;
• produzione di truciolo a spessore ridotto (hm) con elevati avanzamenti (fz);
• utilizzo di frese più piccole rispetto alle cave da produrre con riduzione dei costi degli utensili;
• utilizzo di una stessa fresa per produrre cave di diverse dimensioni;
• più elevate velocità e avanzamenti per una riduzione del tempo in presa sino al 60%.

Le frese TSC sono usate principalmente per la produzione di cave larghe con elevata profondità, su materiali di difficile lavorabilità o su macchine non performanti. La profondità di taglio deve essere maggiore di 1xD per ottimizzarne l’uso. Per operare con dati di taglio adeguati, il raggio dell’utensile deve essere di molto inferiore al raggio più piccolo del pezzo da lavorare.

Nella lavorazione trocoidale dinamica anziché l’avanzamento per dente (fz), va tenuto costante lo spessore medio del truciolo il cui valore massimo può venire calcolato con la formula semplificata:

Il marchio WSG

Centro Utensili vanta una consolidata esperienza nella progettazione, costruzione, vendita e distribuzione di utensili industriali per il taglio dei metalli offrendo prodotti altamente performanti e capaci di aumentare la produttività. La scelta di puntare sempre sull’utilizzo delle migliori tecnologie di produzione, insieme all’approfondimento costante delle proprie competenze tecniche, ha inoltre portato allo sviluppo di un’importante capacità produttiva interna di utensili speciali e a disegno. Nasce da qui il payoffTecnologia al lavoro”, che accompagna il marchio WSG Cutting Tools e che sottolinea l’alto contenuto tecnologico e l’affidabilità degli utensili da taglio di precisione offerti, il cui valore è amplificato dall’eccellenza di un servizio capace di garantire assistenza tecnica a tutti i livelli e consegne in 24 ore.

Il brand WSG si articola su diverse linee di prodotto all’avanguardia, sviluppate seguendo le più avanzate tecnologie e in grado di rispondere alle richieste odierne. La gamma riserva ampia scelta e un altissimo livello di stock, consentendo la reperibilità pressoché immediata di tutti gli utensili per filettare, maschiare, forare, fresare o alesare. Un catalogo che oggi include circa 450 famiglie di prodotto costituite a loro volta di varianti e misure per oltre 10.000 tipi di utensili in grado di soddisfare le esigenze di utensilerie, industrie meccaniche, rivenditori di articoli industriali, grossisti e negozi di ferramenta, stampisti, realtà del settore automotive, carpenterie e artigiani.

La proposta WSG comprende tutte le principali lavorazioni effettuate nell’industria metalmeccanica: foratura, filettatura-maschiatura, alesatura e fresatura. In questi anni è stata posta una particolare attenzione sulla filettatura-maschiatura nonché sulla fresatura e queste tipologie sono state ampliate e arricchite con prodotti innovativi e performanti che hanno consolidato ulteriormente il riconoscimento di Centro Utensili come partner di riferimento nella realizzazione e distribuzione di utensili di precisione per il taglio dei metalli.

WSG Direct: vendita e consegna “diretta”

Si tratta di un particolare servizio che Centro Utensili WSG mette da alcuni anni a disposizione dei propri clienti e rivenditori su tutto il territorio nazionale, offrendo la possibilità di una fornitura diretta degli utensili da taglio per metalli ai loro clienti
utilizzatori. Il servizio è tutelato dal pieno rispetto dei ruoli e dalla certezza contrattuale per il rivenditore della completa astensione da parte di Centro Utensili da qualsiasi azione commerciale nei confronti dei clienti utilizzatori coinvolti. I vantaggi che i rivenditori possono trarre da questa modalità, denominata anche “drop shipment”, sono bivalenti, agendo sia in termini di risparmio sui costi di logistica e di personale per la preparazione e spedizione degli ordini, sia sulla velocità di consegna al cliente finale, entro le 24 ore dal ricevimento dell’ordine stesso e senza costi aggiuntivi.

Le frese trocoidali WSG

Una delle principali novità inserite nel nuovo catalogo WSG è rappresentata dalle frese per lavorazioni trocoidali ad alta velocità TSC. La gamma comprende cinque frese adatte alle diverse tipologie di materiali. F2611 è la fresa trocoidale per la lavorazione di acciaio e ghisa, F2613 quella per la lavorazione degli acciai inossidabili, F2615 per i materiali ad alta resistenza, mentre F2617 è adatta alle superleghe al nichel e al titanio e F2620 per alluminio e materie plastiche.

Le cinque frese trocoidali di WSG si differenziano per il numero di taglienti (le frese per acciaio e superleghe ne hanno cinque), l’angolo di inclinazione delle eliche (da 20° per l’alluminio sino a 52° per i materiali alto-resistenti) e per le ricoperture. La F2615 presenta la copertura AlTiN, mentre le tre frese per gli acciai e per le superleghe l’innovativa copertura Varocon (a base di AlTiN levigato con elevata microdurezza). Infine la fresa trocoidale per alluminio e materie plastiche è rivestita Ta-C un rivestimento DLC, ossia a base di carbonio simile al diamante.

Le cinque nuove frese trocoidali WSG coprono tutti i principali materiali lavorabili e consentono la produzione di cave di dimensioni di gran lunga maggiori del diametro delle frese stesse, in modo più rapido ed efficiente e con minore usura dell’utensile.

di Fulvio Mantovani

www.semprepresenti.it

L’articolo WSG, frese trocoidali in metallo duro sembra essere il primo su Meccanica News.


Source: Stampi
WSG, frese trocoidali in metallo duro

Condividi: