Il sistema informativo della manutenzione

La misura delle prestazioni e il miglioramento del processo di manutenzione viene facilitato da un efficace sistema informativo, col quale valutare le performance sia dal punto di vista tecnico che economico: pertanto, la scelta di un moderno software assume un ruolo determinante. In questo articolo presentiamo un identikit del sistema ideale.

L’ UNI, Ente Italiano di Unificazione, ha realizzato una norma dedicata al sistema informativo della manutenzione (UNI 10584), che recita: “Il sistema informativo di manutenzione (SIM) contribuisce alla efficienza/efficacia del sistema manutenzione fornendo le informazioni necessarie per l’impostazione, la gestione ed il controllo dell’attività manutentiva (…). L’omologazione dei criteri di raccolta ed elaborazione delle informazioni inerenti alla manutenzione consente inoltre di confrontare le prestazioni di imprese appartenenti al medesimo settore merceologico e più in generale fra industria e servizi (siano essi utilizzatori oppure fornitori di servizi manutentivi)”.

Generalmente un sistema informativo di manutenzione è identificato da tre macro-capitoli fondamentali, sul coordinamento ed integrazione dei quali si fondano le basi per consolidare un efficace sistema manutenzione:
a) Anagrafica tecnica degli impianti, con le informazioni di carattere generale sull’ azienda ed i suoi “beni” (strutture, impianti, macchine…), relative a gruppi e componenti “oggetto di manutenzione“;
b) Gestione attività: emissione delle richieste di lavoro, gestione della manutenzione programmata, gestione dei materiali e dei magazzini, verifica costi e prestazioni;
c) Gestione del miglioramento: analisi tecniche degli impianti; analisi degli indicatori (MTBF, MTTR…) e costruzione di report statistici.

L’acronimo CMMS (Computerized Maintenance Management) identifica un’applicazione software che supporta il sistema informativo per la gestione della manutenzione, spesso integrato con un ERP (Enterprise Resources Planning) aziendale.

Il sistema informativo nasce con lo scopo di progettare, organizzare e gestire la manutenzione interna di aziende che non si occupano primariamente di manutenzione o la manutenzione offerta da realtà specializzate, che fanno di questa attività il loro core business. Il sistema prevede essenzialmente le seguenti aree di interesse.

Progettazione delle azioni manutentive

La progettazione si occupa di analizzare a priori e sulla base di dati storici, il comportamento al guasto dei sistemi e dei loro componenti, ricavandone informazioni per la prevenzione dei guasti, delle avarie e dei degradi e/o il miglioramento delle prestazioni.

Strutture fisiche

Comprendono l’anagrafica dei sistemi (impianti, linee produttive, edifici, verde, opere civili, infrastrutture, mezzi di trasporto, beni culturali e ambientali, beni archeologici…) e attraverso la scomposizione degli elementi che li compongono, fino ad arrivare ai componenti più elementari, ma di interesse per la manutenzione.

Collegamenti con i principali ricambi

Ciascun assieme o componente che costituisce il sistema, è collegato ad una lista dei principali ricambi (in genere solo i ricambi specifici) utilizzati nelle azioni manutentive, allo scopo di facilitarne il reperimento, nel momento in cui se ne rileva la necessità.

 

L’articolo Il sistema informativo della manutenzione sembra essere il primo su Meccanica News.


Source: Stampi
Il sistema informativo della manutenzione

Condividi: