Buona aria per una buona tavola

Il settore alimentare riveste un ruolo molto importante nell’economia italiana ed è caratterizzato da un elevato livello di automazione. La pneumatica opera insieme ad altre tecnologie per la realizzazione di sistemi anche molto complessi, assumendo spesso un ruolo assolutamente particolare e consentendo di effettuare operazioni non facilmente realizzabili con altri mezzi. Un esempio importante è rappresentato dalle macchine per la selezione dei prodotti (sorting).

Meccatronica applicata all’alimentare

Il settore alimentare (noto anche come settore del food processing) è molto importante nell’ambito dell’industria italiana, per la quale costituisce una voce fondamentale del made in Italy. Questo comparto, che si riferisce in generale all’alimentazione dell’uomo, sia per quanto riguarda i cibi sia per le bevande, si caratterizza per la quantità e la qualità degli alimenti che vengono trattati e preparati, ma soprattutto per una eccellenza dei prodotti alimentari italiani, che sono apprezzati ovunque e vengono esportati in tutto il mondo.

Il settore agroalimentare italiano nel suo insieme (riferito ad agricoltura, alimentare e ristorazione), secondo dati NOMISMA relativi all’anno 2017 (dati di ottobre 2018), ha un valore complessivo di 133 miliardi di euro. Le imprese coinvolte rappresentano circa il 25% di tutte le imprese iscritte alle Camere di commercio e sono circa 1.3 milioni. Gli occupati nell’intero settore superano i 3.2 milioni di addetti.

Avere cibo buono per una buona tavola richiede prodotti adeguati, ma anche attrezzature e macchinari adatti allo scopo. La produzione delle macchine per l’alimentare è molto importante per l’industria italiana, sia che si tratti di unità per produzioni artigianali, sia di linee per grandi e grandissime produzioni. Un punto significativo della forza del settore è costituito dal fatto di essere in grado di trattare volumi molto elevati con l’attenzione e la cura che sono propri di un prodotto artigianale. La stessa concezione progettuale delle macchine alimentari deve rispecchiare questa necessità; ciò richiede un’attenzione particolare agli addetti, che hanno imparato col tempo e con l’esperienza acquisita sul campo a conciliare l’esigenza di una macchina automatica con i requisiti propri della cura che può essere data da una persona. La presenza di un’industria alimentare per la lavorazione del cibo e di un’industria per la costruzione del macchinario relativo consente una forte sinergia tra gli utilizzatori e i produttori di macchine che migliora la specializzazione e consente di affrontare le nuove sfide del mercato.

È quasi superfluo ricordare l’importanza della pulizia che bisogna costantemente garantire e il rispetto dei prodotti trattati, che non devono in nessun caso essere danneggiati o alterati. In questo senso la tecnologia pneumatica che utilizza l’aria compressa, ossia un fluido naturale pulito, facilmente gestibile, in grado di realizzare controlli di forza e dispositivi semplici di presa e di manipolazione, ma soprattutto in grado di venire a contatto senza problemi con i prodotti alimentari realizzando funzioni non facilmente ottenibili con altre tecnologie, si presenta come un mezzo molto interessante.

L’aria compressa trova nell’alimentare molte applicazioni, tra le quali si possono ricordare alcuni esempi non esaustivi:
– realizzazione di dispositivi per la movimentazione automatica, grazie all’uso di attuatori di vario tipo ed elettrovalvole interconnesse in rete;
– piani ad aria per la movimentazione di prodotti delicati;
– dispositivi per la presa con vuoto o per una presa senza contatto con elementi meccanici, grazie all’uso di getti d’aria e di flussi controllati;
– forni a letto d’aria per la cottura delicata di cibi;
– macchine e impianti per la preparazione del vino e di bevande di ogni tipo e per il loro imbottigliamento;
– macchine per la selezione di prodotti alimentari, per garantire un’elevata qualità di prodotti stessi, all’inizio o al termine di un ciclo di produzione.

Questi ultimi impieghi appaiono piuttosto significativi, perché costituiscono un chiaro esempio in cui l’aria compressa è a diretto contatto con i prodotti, realizzando una movimentazione delicata e rispettosa del prodotto stesso, garantendo nel contempo una notevole velocità nell’espletare la propria funzione.

Tutto il settore della selezione dei prodotti (sorting) è in continuo sviluppo non solo per la produzione alimentare italiana ed europea, ma anche per l’intero mercato a livello mondiale, dato che molti articoli trattati vengono coltivati e utilizzati in ogni paese.

In questo articolo verranno esaminate in particolare le problematiche relative alle macchine di selezione dei prodotti alimentari basate sull’uso di getti d’aria. Si tratta di soluzioni oggi abbondantemente collaudate sul campo, che offrono ottime prestazioni grazie all’uso di elettrovalvole in grado di garantire minimi tempi di commutazione ed elevate frequenze di lavoro e di buoni sistemi elettronico-informatici per guidare la gestione della selezione. Il risultato è quello di poter disporre di sistemi meccatronici con elevate prestazioni operative.

 

L’articolo Buona aria per una buona tavola sembra essere il primo su Meccanica News.


Source: Stampi
Buona aria per una buona tavola

Condividi: