Mikron alla EMO 2019

Mikron Tool presenterà alla prossima EMO Hannover, padiglione 3 stand H11,  il nuovo programma di punte come novità mondiale.

Piccolo, profondo e veloce, queste sono le caratteristiche della piccola punta CrazyDrill Cool SST-Inox. Grazie ai canali di refrigerazione interni, la geometria innovativa ed il nuovo rivestimento, la lavorazione di acciai inossidabili, di super leghe a base di nickel e di leghe CrCo è molto più semplice e con processi sicuri. Anche in piccoli diametri, anche per forature profonde.   

Sei tipologie diverse fanno parte della famiglia di punte con raffreddamento interno: a partire da
6 x d, 10 x d, 15 x d, 20 x d, 30 x d e 40 x d e una punta corta pilota complementare per una profondità massima di 3 x d con svasatura a 90°. Fino ad una profondità di 20 x d gli utensili sono disponibili a partire da diametro 1 mm, la versione 30 x d a partire da 1.45 mm e la più lunga 40 x d a partire da 2 mm, tutta la gamma arriva fino al diametro 6 mm massimo.

Famiglia Cool SST INOX up to 40xD
Sette versioni con profondità di forature diverse fino a max. 40 x d fanno parte della famiglia CrazyDrill Cool SST-Inox

Perché una punta di nuova concezione?

Fino a qui non c’è niente di nuovo oppure di speciale. Perché delle punte con canali spiralizzati di refrigerazione esistono già, anche in piccoli diametri. Ma tante punte fanno fatica con materiali tenaci o con la cattiva conducibilità termica delle super leghe. In questi casi l’alta pressione del raffreddamento con canali di lubrificazione “classici” rotondi non è sufficiente. Una rottura prematura dei taglienti, trucioli incollati, un ingorgo dei trucioli nelle gole impediscono una foratura con sicurezza di processo. Proprio per quest’ultimo motivo, evitare il tutto, è di grande importanza per le industrie che producono dei pezzi finiti preziosi.

Markus Schnyder, responsabile di Mikron Tool International e uno degli «inventori» del nuovo utensile, conosce la problematica: «Per anni i nostri clienti hanno raggiunto i loro limiti nella foratura dell’Inox. Erano troppo lenti ed i processi non erano sicuri, la lavorazione estremamente costosa. Proprio qui volevamo intervenire. Tutto il processo di studio e sviluppo è durato diversi anni, con una stretta collaborazione con i nostri partner, per ricevere il materiale grezzo più adatto oppure un rivestimento perfetto.»

In cosa consiste l’innovazione?

Trucioli corti: un fattore importante per poter forare con un solo step
Trucioli corti: un fattore importante per poter forare con un solo step

Non importa se le forature sono corte o lunghe, il principio è sempre lo stesso: una nuova geometria garantisce nella parte anteriore un effetto da «rompi-truciolo». Il risultato sono trucioli corti e curvi.

Nella parte posteriore un profilo di gola aperto permette poi una perfetta asportazione dei micro trucioli dal foro. Per le tipologie lunghe invece c’è una differenza: in aggiunta al profilo adeguato bisogna lucidare le gole per assicurare l’asportazione dei trucioli senza problemi. Ne contribuisce anche il nuovo rivestimento, particolarmente indicato alle sfide nella lavorazione di materiali inossidabili.

Questo utensile deve la sua prestazione e sicurezza di processo soprattutto al raffreddamento: due canali di refrigerazione interni e spiralizzati fino alla punta dell’utensile garantiscono un raffreddamento costante e massiccio durante tutta la foratura. Un argomento importante per evitare il surriscaldamento dell’utensile anche con alte velocità di taglio.

I canali di refrigerazione hanno una sezione trasversale più grande possibile e la loro geometria ha una forma a goccia. Si trovano esattamente nella zona dove poche forze hanno un impatto e quindi la stabilità dell’utensile non è in pericolo. Confrontando ad oggi l’usuale sezione trasversale rotonda, questi canali permettono un flusso di lubrificante fino a quattro volte più elevato. Nei diametri al di sotto del diametro 3 mm, una cavità nel gambo garantisce un flusso di refrigerante maggiore; essa riduce la lunghezza dei canali di refrigerazione e permette una pressione più elevata.

I canali di refrigerazione a forma di goccia, che dispongono di una sezione trasversale più grande possibile per un flusso di lubrificante massimale, si trovano esattamente nella zona di minore forza
I canali di refrigerazione a forma di goccia, che dispongono di una sezione trasversale più grande possibile per un flusso di lubrificante massimale, si trovano esattamente nella zona di minore forza

Il vantaggio della refrigerazione condotta fino alla punta dell’utensile è la durata di vita dell’utensile migliorata, perché il surriscaldamento dei taglienti viene evitato dall’inizio. In combinazione con la geometria adatta, il raffreddamento contribuisce anche al fatto che i trucioli sono rotti meglio ed evacuati più facilmente dalle gole. Tutti questi fattori permettono una lavorazione con parametri di taglio più elevati, (velocità di taglio ed avanzamento), e la foratura in un solo step.

Lungo, più lungo, sempre più lungo

Iniziato con le punte per una profondità di foratura fino a 10 x d, man mano si sono aggiunte le versioni 15 x d e 20 x d e adesso, nel 2019, possiamo presentare tutta la gamma con punte di foratura profonda fino a 30 x d e 40 x d come novità mondiale.

Signor Markus Schnyder, Presidente Mikron Tool: chi non ha delle idee pazze, non può portare un’azienda a dei successi «crazy»
Signor Markus Schnyder, Presidente Mikron Tool: chi non ha delle idee pazze, non può portare un’azienda a dei successi «crazy»

«Un solo step è sufficiente per raggiungere la profondità di foratura completa – senza l’evacuazione dei trucioli – da 6 x d fino a 40 x d», conferma signor Schnyder, e aggiunge subito che si tratta di una prestazione assolutamente unica. Lo stesso vale per le velocità di taglio e gli avanzamenti che sono identici per le profondità di foratura fino a 20 x d. Solo per le profondità a partire da 30 x d i valori sono da ridurre, in media di un terzo.

Perché una punta corta?

Con delle profondità di foratura a partire da 15 x d e per un’alta qualità di posizionamento, una foratura pilota è d’aiuto per guidare la punta lunga e per garantire un buon allineamento. Per ottenere una foratura pilota perfetta, Mikron Tool ha sviluppato una punta pilota complementare con tolleranze che sono adatte perfettamente a quelle della punta lunga e in grado di eseguire nel contempo uno smusso di 90° all’entrata del foro. Anche questa punta pilota ha dei canali di refrigerazione interni fino alla punta dell’utensile ed è disponibile nei diametri da 1 a 6 mm.

Un esempio pratico

Ci sono vari motivi che convincono un utente a testare questa nuova punta: un argomento sono il risparmio di tempo, la riduzione dei costi grazie alla maggiore durata di vita, oppure semplicemente la ricerca di un processo di foratura sicuro per la lavorazione di materiali difficili.

Un cliente che lavora con una punta «classica» coi canali di refrigerazione rotondi è in grado di garantire una produzione di 3900 fori per utensile. Con la nostra nuova tipologia produce 18000 fori da subito. Il cambio di un solo utensile significa per lui un risparmio di 15’000 CHF all’anno.

Per la lavorazione di un pezzo medicale (foratura diametro 4 mm, profondità 68 mm) in cromo-cobalto, il cliente ha difficoltà di trovare una punta che gli garantisca un processo sicuro. Con la nuova tipologia di punta riesce ad eseguire la lavorazione – in un solo step e senza scarico trucioli.

Dai primi feedback dell’industria si può dedurre:

  1. Una foratura può essere realizzata fino 10 volte più veloce
  2. L’utensile raggiunge una durata di vita fino a 3 volte maggiore
  3. La qualità di foratura è molto alta per quanto concerne la cilindricità, il diametro e l’allineamento assiale
  4. La qualità di superficie, in base al materiale, è nell’ambito di Ra 0.1 fino a 0.3 (qualità di rettifica)

 

Source: Meccanica e Automazione
Mikron alla EMO 2019

Condividi: