Impact67 e MVK Metallico con protocollo Ethernet/IP

I moduli IO-Link di Murrelektronik

Configurare le porte a seconda delle necessità grazie a Murrelektronik

La gamma di moduli bus di campo Murrelektronik è in continua evoluzione e comprende soluzioni complete per i più diversi settori industriali.
Sono state recentemente introdotte sul mercato le versioni con protocollo Ethernet/IP e certificazione CT14 ODVA dei moduli bus compatti MVK Metallico e Impact67 con custodia in plastica. L’applicazione su macchine e impianti in ambienti gravosi è garantita dalla robustezza dei moduli, pressofusi e a tenuta stagna.
Sono disponibili tre tipologie di moduli a 16 punti configurabili come ingressi, uscite (1,6 Amp) o con 2 o 4 porte IO-Link.
I canali standard sono auto-configurabili come ingressi o uscite e non necessitano di alcuna parametrizzazione. Questa flessibilità estrema permette un grande risparmio economico perché riduce al minimo il numero di moduli differenti per installazione. Le funzioni di diagnostica per singolo punto segnalano le anomalie in modo rapido e sicuro.
L’alimentazione di potenza, fino a 9 Amp per modulo, viene fornita attraverso un connettore 7/8” a 4 poli.
Le porte master IO-Link di tipo A o B, a seconda della tipologia del modulo, possono essere interconnesse con distributori Hub a 16DI o 8DI/8DO della stessa famiglia. I convertitori analogici IO-Link di Murrelektronik a 16 bit di risoluzione permettono di acquisire grandezze continue in modo accurato. Inoltre, l’accoppiatore induttivo trasmette alimentazione e comunicazione IO-Link in modalità contactless, prevenendo l’usura meccanica dei componenti.

 

#td_uid_1_5cf567d5068bc .td-doubleSlider-2 .td-item1 {
background: url(https://www.meccanicanews.com/files/2019/06/Accoppiatore-induttivo_02-80×60.png) 0 0 no-repeat;
}
#td_uid_1_5cf567d5068bc .td-doubleSlider-2 .td-item2 {
background: url(https://www.meccanicanews.com/files/2019/06/Accoppiatore-induttivo_01-80×60.png) 0 0 no-repeat;
}
#td_uid_1_5cf567d5068bc .td-doubleSlider-2 .td-item3 {
background: url(https://www.meccanicanews.com/files/2019/06/Accoppiatore-induttivo-IO-Link-80×60.png) 0 0 no-repeat;
}

La configurazione dei canali IO-Link e la parametrizzazione dei sensori avviene tramite l’interfaccia web o l’apposito software Tool. La funzione IO-Link Storage permette la sostituzione dei dispositivi IO-Link senza l’utilizzo di strumenti addizionali.
I moduli supportano le funzionalità Ethernet/IP QC – “Quick Connect” – particolarmente richiesta in applicazioni robotiche perché assicura tempi brevi di riavvio, ed Ethernet/IP DLR – “Device Level Ring” – che permette di configurare strutture ad anello, garantendo una maggiore disponibilità di impianto in caso di interruzione della linea di trasmissione dati.
La configurazione può essere effettuata mediante un’interfaccia web semplice e intuitiva che permette il setup del modulo in modo rapido e una diagnostica completa.

L’articolo Impact67 e MVK Metallico con protocollo Ethernet/IP sembra essere il primo su Meccanica News.


Source: Stampi
Impact67 e MVK Metallico con protocollo Ethernet/IP

Condividi: