Un nuovo standard di riferimento per i software SCADA

MAPS 4, la rinnovata soluzione SCADA di Mitsubishi Electric per la supervisione di impianto, estende le opzioni di connettività, aggiunge nuovi strumenti ed accresce le funzionalità integrate. Il risultato è una suite software che riduce i tempi di sviluppo e integrazione dei progetti, permettendo agli utenti di raggiungere i propri obiettivi di Smart Factory.

Basata su una potente Service Oriented Architecture (SOA), la suite MAPS 4 offre flessibilità per la gestione delle funzioni di processo, automazione, controllo, verifica e auditing. Inoltre, mette a disposizione una piattaforma di sviluppo, gestione e completa integrazione del life-cycle per applicazioni di diversa natura, dall’industria manifatturiera alle infrastrutture. È disponibile anche una versione HMI dedicata a costruttori di macchine e clienti che necessitano di una soluzione SCADA più leggera, per applicazioni di visualizzazione con controlli stand-alone.

La suite software SCADA presenta alcune funzionalità di facile utilizzo, come la configurazione di massa MS Excel. Questo strumento consente agli utenti di Excel di creare un progetto SCADA attraverso la definizione del database tag, del registro variabili e delle definizioni di allarmi, il tutto in un ambiente intuitivo e di facile uso. Gli utenti beneficiano anche delle numerose funzionalità di copia/incolla e configurazione di massa presenti in MS Excel.

Sono disponibili inoltre ampie librerie per l’hardware Mitsubishi Electric dedicato alla Factory Automation e oltre 100 driver PLC e RTU, per rendere più veloce ed efficiente la configurazione di base. L’utilizzo di modelli Object preconfigurati e la facilità di creazione di nuovi modelli personalizzati consentono un processo di integrazione veloce e ottimizzato. Le modifiche al progetto possono essere effettuate in modalità centralizzata: un unico punto di progettazione permette di ridurre i costi e potenziare la manutenzione.

 

La condivisione sicura dei dati e la connettività multipiattaforma sono entrambe priorità assolute per molte applicazioni di gestione dei processi. Perciò l’archiviazione dati SCADA può essere ospitata privatamente, nel cloud olocalmente . Inoltre, può essere collegata senza soluzione di continuità ad altri ambienti di terze parti ospitati su cloud. Sviluppata intorno agli standard industriali più diffusi, come OPC DA e UA, MQTT e BACNet, l’intera suite di software è predisposta efficacemente per Industria 4.0 e IIoTL’accessibilità di un web client HTML5 e le connessioni web sicure rendono agevole il monitoraggio e l’intervento via browser da PC e dispositivi mobili.

Il campo di applicazione e la scalabilità del prodotto garantiscono una significativa riduzione dei costi di progettazione e di sviluppo per applicazioni sia grandi che piccole. L’attività di  programmazione  necessaria resta ridotta anche quando la complessità dell’applicazione aumenta. Questo rappresenta un vantaggio per l’utente finale e per i system integrator, perché entrambi possono contare su una maggiore competitività. L’investimento è quindi più sicuro perché si tratta di una soluzione capace di supportare in modo molto flessibile aggiornamenti e nuovi progetti.

Per maggiori informazioni: www.mapsscada.com

Source: Meccanica e Automazione
Un nuovo standard di riferimento per i software SCADA

Condividi: