L’importanza di “fare rete” nella quarta rivoluzione industriale

L’importanza di “fare rete” nella quarta rivoluzione industriale

Parliamo con Alessandro Scalici, titolare di Pantostamp e Presidente di Ucisap

Pantostamp, da oltre 20 anni, progetta e costruisce stampi complessi multicavità per materie plastiche destinati al settore del Packaging e, in particolare, al comparto farmaceutico e spray, cosmetico e detergenza. L’azienda, con sede ad Opera (MI), è presente sia in Italia che all’estero, con un 40% circa di fatturato proveniente da attività di export in Germania, Francia, Svizzera, Spagna e Messico. Alessandro Scalici, titolare di Pantostamp e Presidente Ucisap, Unione Costruttori Italiani di Stampi e Attrezzature di Precisione, ci parla di un settore industriale in continua evoluzione, dove per uno stampista la capacità di innovazione è una qualità preziosa e la collaborazione d’impresa un fattore vincente, per affrontare l’Industria 4.0.

Stampo per settore Beverage

Innovazione: sperimentare nuove applicazioni industriali o scegliere nuove tecnologie?

Entrambe. Innovare significa sondare nuove applicazioni industriali sfruttando anche nuove tecnologie. Il primo passo fatto da Pantostamp in tal senso è stato, come in molte altre aziende del settore, automatizzare dove necessario i propri processi produttivi, per poter aumentare il volume di lavoro e quindi sfruttare i vantaggi offerti da turni di lavoro non presidiati. A livello organizzativo, è importante prevedere l’introduzione di software che permettano la pianificazione e la gestione del lavoro d’officina, da considerare come strumenti strategici per l’ottimizzazione del flusso produttivo e non come vincoli alla propria operatività e flessibilità. Nel nostro settore, quello dello stampo multicavità per il Packaging,  il livello qualitativo e di affidabilità degli stampi richiesto dai clienti è in continuo aumento. Per questo siamo continuamente alla ricerca di nuove applicazioni che possano portare vantaggi produttivi ai nostri Clienti. Talvolta ciò si traduce nella sperimentazione di nuove tecnologie applicate agli stampi stessi, come ad esempio l’utilizzo di nuovi acciai, di nuovi trattamenti e rivestimenti oppure di diverse tecnologie, come la sinterizzazione, e così via.

Industria 4.0: come renderla concreta e con quali obiettivi futuri?

Grazie al supporto di strumenti innovativi e dei software messi a disposizione dalla digitalizzazione del settore industriale, l’Industria 4.0 può consentire di migliorare i processi produttivi delle aziende manufatturiere, ad esempio, andando a correggere e ad perfezionare i cicli di lavoro, basandosi sui dati-macchina e di processo a disposizione. Tutto ciò, però, assume un valore effettivo solo se diviene lo step successivo di una concreta, e già pre-esistente, efficienza produttiva.

Stampo per settore Body Care realizzato da Pantostamp

Italia, estero o entrambi? Quali strategie di mercato le aziende non possono sottovalutare?

Anche in questo caso, entrambi. Negli ultimi anni, Pantostamp ha puntato molto sullo sviluppo nel mercato estero, e soprattutto nella vicina Germania, senza però lasciare in secondo piano quello italiano, che al momento ricopre la maggior percentuale del nostro fatturato. Per le aziende del settore Stampi, un modo semplice ed efficace per affacciarsi sui Paesi esteri, coltivando nuove e interessanti opportunità di business, è la partecipazione a manifestazioni commerciali e alle fiere. Oggi, Ucisap partecipa a questi appuntamenti in modo congiunto, consentendo alle aziende di esporre i propri prodotti e mostrare le proprie competenze sotto un unico “cappello”, pur mantenendo ben distinte le proprie realtà imprenditoriali.

Fondi europei, incentivi all’internazionalizzazione, reti d’impresa. Un valore aggiunto o un’opportunità da saper cogliere?

In passato abbiamo usufruito, anche con successo, di incentivi mirati all’internazionalizzazione. Purtroppo queste iniziative non sono sempre di facile accesso e, a livello finanziario, danno margini non molto significativi nella realizzazione globale di un progetto. Mi riferisco però non a fondi europei, ma a quelli nazionali o regionali. Da parte degli organi competenti, sarebbe importante provare a rendere più snelle e semplici le procedure di accesso a tali fondi, per non scoraggiare le imprese che avrebbero le capacità e l’intenzione di cogliere molte di queste interessanti opportunità di sviluppo.

Automazione in attrezzeria

Il settore Stampi tra 10 anni. Quali mercati, prodotti, tecnologie?

Forse 10 anni sono un periodo un po’ troppo lungo per fare delle ipotesi sull’andamento del nostro settore, soprattutto in un momento di grande incertezza e instabilità politica come quello che stiamo vivendo. Come addetto ai lavori e presidente Ucisap, ritengo che gli stampisti oggi debbano rispondere alla richiesta di soluzioni ad affidabilità e performance sempre più elevate, in quanto player di un mercato che muove grossi volumi. Agli stampisti è quindi affidato il compito di ricercare continuamente tecnologie e soluzioni innovative per provare ad anticipare e a soddisfare le possibili richieste dei clienti. Per restare competitivi sul mercato, grazie alla profonda conoscenza dei processi produttivi che contraddistingue il nostro lavoro, è indispensabile cercare di arrivare ad offrire soluzioni alle aziende ancor prima che ci vengano richieste. Anche la partecipazione alla vita associativa della nostra categoria mi ha insegnato il grande valore del fare rete nel nostro settore. La collaborazione con altre aziende permette di allargare i propri orizzonti mettendosi in gioco e provando a sondare e a percorrere insieme, con più facilità e minor timore, strade che altri colleghi stanno percorrendo o hanno già percorso prima di noi. Tutto ciò, credendo fermamente che evolversi, cambiare, non vuol dire fare un salto nel vuoto, ma semplicemente adattarsi a quello che giorno per giorno cambia nel nostro lavoro e nel nostro settore, trasformandolo per renderlo più efficace e per rispondere nel mondo migliore alle richieste del mercato.

(Marina Zussino)

 

 

 

L’articolo L’importanza di “fare rete” nella quarta rivoluzione industriale sembra essere il primo su Meccanica News.


Source: Stampi
L’importanza di “fare rete” nella quarta rivoluzione industriale

Condividi: