Interazione superficiale e lubrorefrigerazione

Interazione superficiale e lubrorefrigerazione

Che ruolo ha la lubrorefrigerazione da un punto di vista tribologico? Di fatto è sempre più considerata il cuore della lavorazione per asportazione: incide sulle prestazioni di macchina, sull’utensile e sulla qualità del processo, definendone l’efficienza.

Perchè la lubrorefrigerazione?

Fin dalle prime lavorazioni che prevedevano l’asportazione di materiale è stato evidente che, nella zona di taglio, la temperatura si alzava: era quindi necessario raffreddare. Inoltre, si è sempre saputo che alcune “sostanze” facilitano i moti relativi, come è il taglio. Dunque, perché non unire il raffreddamento con la funzione lubrificante? Ecco il lubrorefrigerante. Sembra una questione semplice, ma in realtà è estremamente complessa, senza risposte univoche perché numerose sono le variabili in gioco, alcune delle quali difficilmente prevedibili perché la lavorazione meccanica è un’operazione molto complessa, che deve garantire il risultato finale, sia in termini di qualità che di economicità di processo.

 

L’articolo Interazione superficiale e lubrorefrigerazione sembra essere il primo su Meccanica News.


Source: Stampi
Interazione superficiale e lubrorefrigerazione

Condividi: