Pneumatici? Con Micro.sp si possono monitorare su cloud

Pneumatici? Con Micro.sp si possono monitorare su cloud

In seguito alla sua recente analisi del mercato europeo degli pneumatici connessi, Frost & Sullivan ha conferito a Ste Industries il Premio Europeo per l’Innovazione Tecnologica 2018 per Micro.sp, il sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici (TPMS) più piccolo al mondo. Micro.sp, brevettato e di recente commercializzazione, è il primo dispositivo TPMS del suo genere progettato per la comunicazione a corto raggio sui veicoli. L’enorme quantità di dati che Micro.sp garantisce sarà la chiave per la futura comunicazione vehicle-to-everything (V2X). “Mentre l’IoT e l’apprendimento delle macchine si diffondono sempre di più nell’industria automobilistica, i dispositivi TPMS di nuova generazione iniziano ad avere bisogno di cloud computing e acquisizione continua di dati attraverso sensori/attuatori wireless ‘always-on’ a bassissima energia,” spiega Sailesh Mohan, Industry Analyst. “Micro.sp combina un basso consumo energetico con una miniaturizzazione ottimale delle dimensioni meccaniche, per rispondere all’esigenza di una trasmissione continua dei dati e di una maggiore durata del sistema”.

Un piccolo sensore

Il piccolo sensore per pneumatici è programmato per trasmettere un frame di dati di 64 bit ogni sei secondi a una piattaforma cloud. Inoltre, Micro.sp è alimentato da una pila a bottone al litio da 12 mm con una durata di quattro anni, durante i quali può trasferire 22 milioni di frame. Si tratta, a oggi, della massima quantità di dati generabile per la costruzione di algoritmi predittivi per pneumatici. Bluetooth Low Energy (BLE), il protocollo di comunicazione wireless a corto raggio più diffuso, trasmette segnali in banda 2,4 GHz. Invece Micro.sp® opera nella frequenza ISM (Industrial, Scientifical and Medical) a 433 MHz, meno soggetta a interruzioni e interferenze. Inoltre, l’uso della tecnologia della modulazione di posizione (PPM) gli conferisce una maggiore efficienza energetica rispetto al frequency shift keying (FSK), dandogli un solido vantaggio in una fitta rete veicolare ad hoc (VANET) e una rete di sensori wireless (WSN). “In un mercato in cui le tecnologie dei concorrenti richiedono sostituzioni regolari e costose delle batterie, l’hardware semplice, la versatilità e il bassissimo consumo energetico di Micro.sp® lo rendono un prodotto estremamente affidabile”, osserva Sailesh Mohan, “I vantaggi ambientali e operativi stanno attirando clienti da una vasta gamma di settori industriali e la tecnologia è in fase di test di qualificazione per nuovi servizi di manutenzione predittiva, tra cui il monitoraggio in tempo reale delle risorse, l’acquisizione dei dati sul campo e l’analisi del sistema di telai dei veicoli”. In futuro, la scalabilità e l’innegabile valore di Micro.sp® potrebbero rappresentare lo standard di settore nei mercati verticali IOT come quelli di elettrodomestici industriali, monitoraggio degli edifici e controllo di aggregati non legati alla sicurezza dei veicoli, solo per citarne alcuni.

L’articolo Pneumatici? Con Micro.sp si possono monitorare su cloud sembra essere il primo su Il Progettista Industriale.

Source: Attualita
Pneumatici? Con Micro.sp si possono monitorare su cloud

Condividi: