Archives Agosto 2018

Automazione pneumatica – Componenti, applicazioni e soluzioni verso l’Industria 4.0

Automazione pneumatica – Componenti, applicazioni e soluzioni verso l’Industria 4.0

Lo sviluppo tecnologico nel campo dell’automazione è in rapida evoluzione, spinto dalle innovative applicazioni dell’Industria 4.0. Per poter automatizzare gli impianti di produzione i progettisti si rivolgono al mercato dei componenti valutando semplicità, funzionalità, sicurezza, ergonomia, manutenibilità, affidabilità e costi. Ecco perché, ancora oggi, la pneumatica viene largamente utilizzata per risolvere molti problemi di automazione in modo vantaggioso, questo approccio richiede però attenzione al trattamento e alla qualità dell’aria compressa, all’efficienza energetica, alla sicurezza e all’interfacciamento con l’elettronica.

La forte integrazione con le moderne tecnologie Industry 4.0 permette inoltre di sfruttare al meglio le caratteristiche della pneumatica, migliorandone le prestazioni e fornendo soluzioni all’avanguardia.

Il testo accompagna gradualmente il lettore verso la moderna pneumatica applicata all’automazione, partendo dai principi, passando ai componenti, alla simbologia e agli schemi funzionali, quindi integrando le applicazioni nei moderni sistemi di comando e di controllo in modo semplice ed efficace. Un nuovo capitolo dedicato ai sistemi Industry 4.0 ne arricchisce il valore.

 

II edizione
Pagine: 248
Formato: 17 x 24 cm
ISBN: 978-88-481-3783-6
Rilegatura: Brossura
Data pubblicazione: 08/2018
Editore: Tecniche Nuove
Collana: Tecnica > Automazione Industriale

L’articolo Automazione pneumatica – Componenti, applicazioni e soluzioni verso l’Industria 4.0 sembra essere il primo su Il Progettista Industriale.

Source: Attualita
Automazione pneumatica – Componenti, applicazioni e soluzioni verso l’Industria 4.0

Condividi:

L’importanza dell’analisi metallografica nelle industrie: qualità ATM

L’importanza dell’analisi metallografica nelle industrie: qualità ATM

Metallografia: un vocabolo complesso, anche se di etimologia intuibile, unione di termini noti che una persona non addetta ai lavori potrebbe rendere con “studio scientifico dei metalli”. Ciò che è meno immediato è da una parte sapere più nello specifico in cosa consista questa disciplina, dall’altra avere piena percezione dei campi applicativi di quotidiana ricaduta in cui la stessa viene impiegata.

Uno di questi è sicuramente la filiera produttiva automobilistica, sia a livello di controllo qualità che di ricerca e sviluppo, un settore in cui è indispensabile avere un monitoraggio costante dello stato e della conformazione di ogni singolo componente, dal più grande al più piccolo, per perseguire quell’obiettivo di attenzione e meticolosità che può fare la differenza nell’ambito della sicurezza sulla strada.

Lo sa bene ATM, azienda del gruppo Verder Scientific, leader nella produzione di strumenti per analisi metallografiche che ormai da trent’anni fornisce attrezzature integrate per l’allestimento e l’aggiornamento di laboratori e reparti di metallografia, un ampio lasso di tempo all’interno del quale ingegneri e tecnici hanno fatto del perfezionamento della proprio offerta il fiore all’occhiello della propria vita professionale.

Analisi metallografica

Questa branca dell’analisi scientifica studia la struttura fisica di metalli e leghe metalliche, utilizzando un ampio arsenale di macchine che comprende naturalmente microscopi, sia ottici che stereoscopici, sia elettronici a scansione che elettronici a trasmissione, ma anche troncatrici di precisione, presse inglobatrici a caldo, levigatrici, lappatrici, dischi a taglio e panni per la lucidatura. Tutto ciò che serve per analizzare dimensioni e forma dei cristalliti, direzione di slittamento nel caso di campioni deformati, livello di purezza o ancora l’eventuale presenza di agenti di contaminazione.

Per procedere ad una valutazione minuziosa e utile del materiale, osservandolo quindi in veste microscopica, è necessario attuare una efficace preparazione del campione. Si deve effettuare un taglio di estrema precisione, trattare la superficie con pratiche quali fresatura o sabbiatura per renderla omogenea ed eliminare eventuali minime asperità, completare un ciclo termico in ambiente riducente, pulire con energico detergente a caldo, con soluzione chimica o tramite attacco elettrolitico, allo scopo di rendere più evidente la struttura dei grani.

Campi applicativi

L’ampia offerta di strumenti ATM consente il corretto svolgimento della procedura di studio metallografico, dalla preparazione del campione alla più dettagliata osservazione della struttura del materiale. Come ad esempio il Microscopio Ottico DM 2700 M, gioiello di tecnologia con illuminazione universale LED a luce bianca (4500 k) che, con il suo design modulare e la dotazione di lenti Leica, permette un controllo in svariate condizioni di luminescenza, dal campo chiaro al campo scuro, dall’interferenza differenziale del contrasto alla polarizzazione e alla fluorescenza, e un potenziale visivo che va da 50 a 1000 ingrandimenti.

Un ausilio prezioso in tutti quegli ambiti in cui controllo qualità e ricerca e sviluppo applicati ai dispositivi metallici sono assolutamente preminenti, ovvero nel caso dei settori aerospaziale, medico, ingegneristico, architettonico, del design e di quello automobilistico.

Nel campo dell’ automotive la metallografia è procedura indispensabile della fase di failure analysis. Questo momento è volto a determinare le cause dei guasti ai componenti: l’analisi microscopica o elettroscopica consente di valutare la tipologia di rottura, di definire la microstruttura del materiale, di approfondire le sue caratteristiche meccaniche e di risalire alle anomalie originali che hanno causato il problema. Un passaggio chiaramente fondamentale per il miglioramento e l’implementazione delle varie parti che concorrono alla realizzazione dell’automobile, un sostegno imprescindibile per lo sviluppo di vetture sempre più affidabili e sicure.   

Source: Meccanica e Automazione
L’importanza dell’analisi metallografica nelle industrie: qualità ATM

Condividi:

Î-Productivity, il tablet IoT che aumenta la produttività delle aziende

Î-Productivity, il tablet IoT che aumenta la produttività delle aziende

Linari Automation, grazie ad una serie di accordi realizzati con costruttori di macchine utensili e sistemi di produzione, è in procinto di presentare in anteprima a BI-MU Milano 2018, biennale dedicata all’industria delle macchine utensili, Î-Productivity, un innovativo tablet industriale concepito per gestire qualsiasi macchina utensile e impianto produttivo (interconnessi in logica IoT e non). Il dispositivo nasce per offrire, a condizioni economicamente competitive, una soluzione facile e accessibile per migliorare l’efficienza delle attività logistiche/produttive in tutte quelle aziende che desiderano avvalersi dei vantaggi delle soluzioni integrate offerte dalle nuove tecnologie Industria 4.0 senza perdere neanche un minuto, ma sfruttando un sistema avanzato di auto apprendimento.

Sistema compatto e a basso consumo energetico

Î-Productivity nasce per offrire una soluzione facile e accessibile a tutte le PMI che desiderano avvalersi, per qualsiasi macchina utensile o impianto produttivo, dei vantaggi delle soluzioni integrate offerte dalle nuove tecnologie Industria 4.0.

Î-Productivity è il primo sistema che nasce sulla base della tecnologia abilitante IoT per migliorare l’efficienza della produzione, tramite l’interconnessione semplice e rapida, in chiave Industria 4.0, a qualsiasi macchina di produzione avvalendosi della tecnologia “Connected by Alleantia” e della sua ricchissima libreria di drivers. Il tablet Î-Productivity è realizzato per durare nel tempo anche negli ambienti più gravosi (protezione standard IP65) grazie alla componentistica Advantech, leader mondiale nella produzione di elettronica industriale. Fisicamente, Î-Productivity è un dispositivo molto compatto, a basso consumo energetico grazie ad un processore  Intel Quad Core di ultima generazione, con una interfaccia touch da 10.1” in vetro temprato che protegge anche una telecamera integrata per un’interazione immersiva con l’operatore di macchina. Barre a LED bicolore nella cornice in alluminio forniscono un’intuitiva visualizzazione dell’ avanzamento della produzione anche a distanza. Completano il dispositivo una dotazione all’avanguardia di interfacce di comunicazione: LAN Gigabit, WiFi ad alta velocità e connettività cellulare 4G.

Come funziona Î-Productivity

L’interfaccia semplice e intuitiva di Î-Productivity permette di monitorare in continuo ogni singola fase della produzione, con un efficientamento concreto e misurabile dei tempi e dei costi necessari alla realizzazione di ogni commessa eseguita.

Il tablet deve essere fissato direttamente a bordo macchina così da ricevere ed inviare automaticamente ogni informazione ai CNC/PLC di controllo tramite la tecnologia Alleantia preinstallata. Così facendo Î-Productivity richiede pochissime interazioni all’operatore perché acquisisce tutti i parametri operativi (tempi, quantità prodotte, allarmi, part programs utilizzati…) direttamente dal macchinario con un innovativo sistema di auto apprendimento basato sull’IoT. Il patrimonio di conoscenza che viene accumulato attraverso l’IoT e la pianificazione aziendale viene salvato, per essere poi analizzato e riutilizzato, su un archivio centrale che può essere mantenuto e spostato sia in azienda, usando un software gratuito di Î-Productivity da installare su un proprio server (anche virtuale) oppure nel cloud riservato ai clienti Linari Automation, anch’esso gratuito. Tutti i dati saranno così al sicuro, disponibili ovunque, senza la necessità di installare un nuovo server in azienda. Il datore di lavoro o il manager può consultare tutti i dati sulla produzione presenti in archivio ed in tempo reale attraverso un computer o il proprio dispositivo mobile. Per ciascun tablet Î-Productivity è possibile collegare fino a 5 macchine in modo immediato e sicuro per usufruire di una gestione centralizzata di tutti i dati relativi alla propria unità produttiva senza il bisogno di nessuna particolare competenza tecnica o esperto informatico. Î-Productivity non richiede, infatti, nessun tipo di formazione: la configurazione del dispositivo è semplice, tramite IoT App pronta all’uso e il software di gestione dell’archivio centrale è facilmente installabile su un qualsiasi PC/Server aziendale.

Controllo completo della filiera produttiva

Î-Productivity consente l’accesso a un controllo completo della propria filiera produttiva, dall’integrazione automatizzata con il sistema logistico della fabbrica, alla telediagnosi della macchina, dalla gestione delle commesse, al caricamento da remoto di part program.

Grazie ad Î-Productivity si potrà così avere accesso, ad un costo contenuto, al  controllo completo della propria filiera produttiva, dall’integrazione automatizzata con il sistema logistico della fabbrica, alla telediagnosi della macchina, dalla gestione delle commesse, al caricamento da remoto di part program fino a tutti cicli di lavoro e questo senza dover più ricorrere alla tipica complessità di un MES (Manufacturing Execution System). Mediante interfaccia semplice e intuitiva, sulla base di semplici indicatori e grafici, sarà possibile monitorare in continuo ogni singola fase della produzione, con un efficientamento concreto e misurabile dei tempi e dei costi necessari alla realizzazione di ogni commessa grazie all’autoapprendimento eseguito dal sistema nelle produzioni precedenti simili. Il vantaggio nell’adozione di questa tecnologia va non solo a favore dei responsabili dell’azienda, ma anche a vantaggio degli addetti alla produzione che, con ÎProductivity, avranno la possibilità di lavorare in sinergia tra loro e con i loro uffici tecnici potendo così dimostrare le loro abilità ed i risultati ottenuti. Grazie alla sua semplicità ed accessibilità la filosofia di Î-Productivity si dimostra particolarmente adatta per tutte quelle imprese, anche di piccole e piccolissime dimensioni, che vogliono avvicinarsi al mondo dell’Industry 4.0, abilitando in modo rapido ed economico la digitalizzazione dei processi produttivi in modo semplice ed innovativo, come l’uso di una App su un tablet. Si tratta di un approccio che parte dal mondo dell’IoT e che vuole mettere l’operatore e la macchina al centro del processo produttivo mediante la possibilità di creare una knowledge base aziendale di informazioni che partono dal basso. Come previsto dalla legge di stabilità del 2017 e 2018, chiunque adotterà la tecnologia Î-Productivity, finalizzata alla digitalizzazione industriale, potrà accedere ai benefici fiscali contemplati dalla norma di legge, potendo così usufruire dell’iperammortamento al 250% per ogni nuovo macchinario interconnesso ad ÎProductivity, oltre che sul tablet stesso.

L’articolo Î-Productivity, il tablet IoT che aumenta la produttività delle aziende sembra essere il primo su Il Progettista Industriale.

Source: Attualita
Î-Productivity, il tablet IoT che aumenta la produttività delle aziende

Condividi: