Archives Aprile 2018

Stratasys punta sul software per semplificare la creazione di maschere e staffaggi

Stratasys punta sul software per semplificare la creazione di maschere e staffaggi

Basato sull’interfaccia GrabCAD Print, potente e facile da utilizzare, Jigs and Fixtures for GrabCAD Print consente di automatizzare le attività di preparazione delle parti che in precedenza risultavano invece complesse.

Stratasys, protagonista globale nelle soluzioni di tecnologia additiva applicata, ha annunciato di essere alla ricerca di clienti per provare come beta un nuovo software progettato specificamente per migliorare la soluzione di fabbricazione additiva di Stratasys per la produzione di maschere, staffaggi e altri strumenti di produzione.

La tecnologia FDM Stratasysviene utilizzata in modo esteso per applicazioni di attrezzaggio rapido tra i vari settori. Aziende come Volvo Truck o Team Penske utilizzano FDM per accelerare la produzione di maschere e attrezzaggi idonei per ridurre i costi e possibili danni ergonomici migliorando al contempo i tempi dei cicli e la flessibilità della produzione.

Questo nuovo componente software, denominato Jigs and Fixtures for GrabCAD Print — semplifica e automatizza la preparazione della stampa per le applicazioni di attrezzaggio rapido. Queste novità aggiunte alle nostre soluzioni per l’attrezzaggio rapido migliorano ulteriormente l’uso di hardware e di materiali industriali Stratasys per la creazione di maschere e staffaggi in fabbrica. Il software è offerto tramite GrabCAD Print e integra esperienze sviluppate nelle applicazioni, automatizza diversi passaggi di elaborazione dati lunghi e complicati ed elimina la necessità di dover avere più programmi all’interno del flusso di lavoro.

Jigs and Fixtures for GrabCAD Print espande le capacità offerte in Stratasys Insight per semplificare il processo di pianificazione del percorso di lavorazione; aumentando la semplicità d’uso, riducendo tempi e costi per la creazione di maschere e staffaggi e ottimizzando il valore per le soluzioni di fabbricazione additiva di Stratasys.

Mediante l’accettazione dei progetti CAD nativi, l’intento progettuale originale della parte viene mantenuto. In tal modo si elimina la necessità per gli utenti di convertire il loro progetto CAD in formato STL, che può causare la perdita di informazioni importanti durante la traslazione.

Con Jigs and Fixtures for GrabCAD Print, Stratasys offre ai progettisti di attrezzature e agli ingegneri di produzione un flusso di lavoro dal progetto alla parte semplificato e un percorso più facile tra il progetto al CAD delle attrezzature e la fabbricazione additiva.

vantaggi includono:
– Eliminare la conoscenza estesa della progettazione e del processing come barriera all’implementazione, aprendo la progettazione CAD di attrezzature, fissaggi e guide a più utenti, anche ai progettisti alle prime armi;
– Risparmio di tempo durante la fase di progettazione e lavorazione (il risparmio stimato è di 4-5 ore di lavorazione per parte);
– Nessuna necessità di software di terze parti, tra cui applicazioni per la correzione dei file STL, grazie alla capacità di accedere ai progetti CAD nativi;
– Possibilità per i progettisti delle attrezzature di sfruttare il potenziale della libertà di progettazione offerta dalla tecnologia FDM;
– Semplificazione del flusso di lavoro mediante l’automazione delle principali funzionalità CAD utilizzate per la progettazione di maschere e staffaggi, ad esempio la generazione automatica delle istruzioni del percorso di lavorazione e la riduzione significativa delle noiose attività di preparazione dei file.

Il software Jigs and Fixtures for GrabCAD Print è destinato agli ingegneri di produzione, ai progettisti delle attrezzature e ai manager di produzione, nonché ai programmatori, ai dirigenti e ai proprietari delle agenzie di servizi.

L’articolo Stratasys punta sul software per semplificare la creazione di maschere e staffaggi sembra essere il primo su Stampi.

Source: Stampi
Stratasys punta sul software per semplificare la creazione di maschere e staffaggi

Condividi:

Burster/Sensordata: sales & marketing affidati a Federico Acquati

Burster/Sensordata: sales & marketing affidati a Federico Acquati

Prosegue il processo di internazionalizzazione di Burster, azienda tedesca, “global player” nella nicchia di tecnologia di misura di precisione. In seguito all’acquisizione di SensorData Technologies nel 2015 (azienda produttrice di sensori con più di 10 brevetti depositati), Burster entra nel mercato Nord Americano focalizzandosi principalmente su sensori di coppia torcente e celle di carico. A guidare la complessa struttura dei canali di vendita tramite distributori di successo (quali A-Tech per quanto riguarda la linea DIGIFORCE), rappresentanti (tipicamente di SensorData) e vendita diretta, è Federico Acquati, già manager in Pirelli Italia e Nord America e successivamente Business Development Executive in burster Italia. “Con la sua profonda conoscenza di prodotto e di marketing delle applicazioni, contribuirà alla nostra espansione in questo mercato” ha commentato l’amministratore delegato della società. Il nuovo V.P. Sales per il Nord America Federico Acquati, che manterrà l’attuale posizione in Italia, ha spiegato di avere “accettato con entusiasmo questa nuova sfida perché credo che sarà possibile costruire una storia di successo partendo da una solida base industriale presente a Gernsbach e da un marchio ben conosciuto. La priorità oggi è il coordinamento delle attività di vendita tecnica con il team attuale di SensorData ed A-Tech / Physicom, promuovendo nuove iniziative di marketing per sviluppare le potenzialità del marchio”.

L’articolo Burster/Sensordata: sales & marketing affidati a Federico Acquati sembra essere il primo su Il Progettista Industriale.

Source: Attualita
Burster/Sensordata: sales & marketing affidati a Federico Acquati

Condividi:

Ansys punta alla manifattura additiva con software specifici

Ansys punta alla manifattura additiva con software specifici

Ansys sta trasformando il modo in cui i settori aerospaziale e difesa, biotech e automotive producono parti metalliche grazie alle nuove soluzioni per la produzione additiva dei metalli. Le nuove versioni di Ansys Additive Print e Ansys Additive Suite offrono le soluzioni più sofisticate e complete per il metal additive manufacturing, consentendo agli utenti – per la prima volta – di stampare con successo complessi componenti metallici leggeri e analizzare le proprietà e il comportamento della loro microstruttura. Queste nuove soluzioni Ansys possono ridurre drasticamente il costo della produzione additiva, limitando i numerosi vincoli di progettazione, riducendo gli sprechi e i tempi di stampa.

I vantaggi della stampa 3D di metalli

L’additive manufacturing dei metalli offre molti vantaggi, nonché la possibilità di trasformare il panorama della produzione industriale. Dato che i tradizionali metodi di produzione non sono in grado di soddisfare le crescenti richieste legate alla complessità dei prodotti, le aziende sono costrette a ricercare modi alternativi per “costruire economicamente” prodotti di prossima generazione. Nonostante i numerosi vantaggi, l’attuale processo di produzione additiva richiede comunque tempo e denaro: il prezzo delle polveri metalliche e dei materiali di stampa 3D limita notevolmente le opportunità di trial-and-error durante il processo di stampa. Il workflow di simulazione del processo completo di deposizione di Ansys allevia queste sfide e rende più semplice il processo, consentendo ai clienti di testare rapidamente i progetti prima di stamparne una parte. Integrando la simulazione prima del processo di stampa, gli ingegneri possono progettare, testare e validare le prestazioni in fase di progettazione anche prima di accendere la stampante.

Vedere esattamente cosa succederà durante la stampa

Ansys Additive Print produce risultati che dimostrano agli ingegneri esattamente quello che accadrà durante il processo di stampa, informando i progettisti – prima di effettuare la stampa – se una parte non funzionerà, ma anche come, dove e perché. “Ansys ci consente di re-immaginare il modo in cui costruiamo e pilotiamo i missili”, ha affermato Jordan Noone, Chief Technology Officer e co-fondatore di Relativity Space. “Stiamo utilizzando la produzione additiva per costruire la stampante 3D più grande del mondo, che utilizzeremo per realizzare un razzo in 3D. Grazie alle snelle soluzioni di produzione additiva di Ansys, iteriamo i progetti 10 volte più velocemente e con 100x parti in meno e questo ci consente di innovare in modi che molti pensavano impossibili”.

Simulazione sofisticata

Ansys Additive Suite rappresenta la soluzione di simulazione più sofisticata al mondo per la produzione di additivi metallici, offrendo ai clienti una soluzione completa per il workflow. Ansys Additive Suite consente ai progettisti di ottimizzare riduzione del peso e densità del reticolo; creare, riparare e ripulire la geometria CAD; simulare il processo additivo; e condurre analisi strutturali e termiche per la convalida dei dati. “Ansys è impegnata a trasformare il modo in cui i prodotti vengono realizzati attraverso la produzione additiva con la soluzione più sofisticata e completa sul mercato”, ha dichiarato Brent Stucker, Brent Stucker, director of additive manufacturing di Ansys. “Le possibilità sono infinite. La nostra tecnologia favorisce la creazione efficiente di parti per alcune delle applicazioni più esigenti del mondo, tra cui macchine militari in terra straniera, veicoli spaziali su altri pianeti e persino parti del corpo umano stampate su misura negli ospedali”.

L’articolo Ansys punta alla manifattura additiva con software specifici sembra essere il primo su Il Progettista Industriale.

Source: Attualita
Ansys punta alla manifattura additiva con software specifici

Condividi: