KUKA a Mecspe 2018: un robot, che collega

KUKA a Mecspe 2018: un robot, che collega

EuroLamec No Comment
Eurolamec News

KUKA a Mecspe 2018: un robot, che collega

In programma dal 22 al 24 marzo a Parma, Mescpe rappresenta l’appuntamento più importante per il mercato dell’automazione industriale italiana. Un’occasione di incontro per i più importanti player, con il coinvolgimento dell’intera filiera: dal singolo componente fino alle nuove tecnologie Industrie 4.0.

Proprio la smart manufacturing e l’interazione semplice e sicura tra l’assistente robot e l’operatore umano – sempre più efficienti colleghi di lavoro – sono i punti di forza della presenza di KUKA a Mecspe (al Pad. 5 – Stand H55).

LBR iiwa

In tema di robotica collaborativa, presso lo stand KUKA sarà possibile testare le nuove funzionalità di LBR iiwa, il robot più sensibile sul mercato e l’assistente ideale di tanti operatori per complesse applicazioni industriali di vario genere quali assemblaggio, movimentazione, testing, ecc., eseguite in totale sicurezza.

Disponibile nelle due versioni con capacità di carico di 7 e 14 Kg, LBR iiwa ha tempi di reazione molto rapidi grazie ai sensori di coppia: riconosce subito i contatti riducendo immediatamente la forza e la velocità. È in grado di maneggiare componenti delicati grazie alla regolazione della posizione e della flessibilità. Riconosce i contorni in modo rapido, con forza regolabile, e rileva la corretta posizione di montaggio, montando i componenti rapidamente e con la massima precisione. Grazie all’interfaccia utente basata sul graphic programming, la gestione fisica e la programmazione raggiungono una grande semplicità di utilizzo. LBR iiwa è disponibile anche nella versione teaching by demonstration, ulteriore conferma delle diverse modalità di programmazione facili e intuitive messe a disposizione da KUKA.

ready2_pilot

Sarà presentato in fiera anche ready2_pilot, un pacchetto applicativo che attraverso un teaching device manuale installato sul braccio o sull’end effector del robot rende possibile programmare in apprendimento manuale la traiettoria in modo estremamente facile e intuitivo. Applicabile su tutti i robot KUKA, in questa occasione ready2_pilot equipaggerà un robot KR AGILUS, che si caratterizza per la massima precisione in spazi molto ridotti, l’estrema velocità di lavoro e la grande versatilità che consente innovativi campi d’azione.

In piena coerenza con i concetti dello smart manufacturing, per la prima volta in Italia, sarà visibile un esempio concreto e reale del funzionamento della piattaforma cloud- based KUKA Connect, direttamente collegata con gli stabilimenti KUKA in tutto il mondo.

Questo software consente ai clienti di accedere e analizzare facilmente i dati di produzione su qualsiasi dispositivo, ovunque e in qualsiasi momento. Gestito tramite un’interfaccia utente unica, KUKA Connect garantisce la digitalizzazione dei processi produttivi attraverso l’integrazione intelligente delle più avanzate tecnologie per elettronica, dispositivi portatili, sistemi di mobilità e infrastrutture di comunicazione. Con l’aiuto di KUKA Connect, è possibile utilizzare analisi big data e cloud computing per prevedere e aumentare in modo sostenibile produttività, qualità e flessibilità, oltre a programmare una manutenzione predittiva.

A Mecspe 2018 si rinnova la collaborazione tra KUKA e Siemens: per semplificare e ottimizzare l’integrazione e la programmazione di un robot della famiglia KR AGILUS, l’interfaccia software KUKA.mxAutomation consente il perfetto utilizzo da parte dell’operatore del pannello di controllo SINUMERIK 840D di Siemens. Grazie a questo pacchetto tecnologico, l’utente può così eseguire in modo semplice e immediato tutti i compiti richiesti, come il funzionamento, l’apprendimento o la diagnostica. Ciò garantisce una gestione ottimale del robot da parte di tutti gli addetti. In fiera, sarà aggiunta anche una opzione “touch” per consentire ai visitatori di guidare il robot con semplici operazioni per prelevare un simpatico gadget. KUKA.mxAutomation permette la programmazione dei robot anche attraverso tutti i principali controlli numerici.

Presso l’ingresso Sud Padiglione 4, in collaborazione con altri 15 partner, KUKA ha realizzato una vera e propria Fabbrica Digitale capace di produrre durante i giorni della fiera un prodotto complesso quale un pedale da downhill in alluminio, che sarà trasformato nella fibbia di una cintura realizzata con il copertone riciclato di una bici. La cintura sarà poi distribuita a chi la prenoterà online o a chi si registrerà in fiera. Nella logica della mass costumization, il prodotto sarà personalizzato con viti di diversi colori.

Questa linea completa 4.0 utilizzerà la robotica mobile di KUKA, visibile per la prima volta in assoluto in Italia: KMR iiwa (KUKA Mobile Robot) abbina i punti di forza di LBR iiwa con una piattaforma mobile, autonoma e altamente flessibile. Dopo la fase di fresatura, KMR iiwa movimenterà il pezzo all’interno dell’area produttiva. Grazie ai laser scanner, la piattaforma mobile monitora l’ambiente circostante e se una persona o un oggetto si trovano sul suo percorso reagisce rallentando o fermandosi, per poi riprendere la corsa quando l’ostacolo non viene più rilevato. Per la personalizzazione dell’oggetto, nella fase di avvitatura, sarà utilizzato un robot industriale di piccole dimensioni KR AGILUS che, dopo aver lavorato il pezzo in funzione della commessa, lo passerà in totale sicurezza all’operatore a fianco, che confezionerà a mano la cintura. Un sistema informatico all’avanguardia traccerà l’intero percorso del pezzo all’interno dell’intero processo (dall’ordine alla consegna), comunicando in tempo reale con il cliente/visitatore che potrà seguire ogni fase della produzione.

Finalisti al KUKA Innovation Award 2017, i ricercatori del CNR ITIA presentano al pubblico italiano un progetto particolarmente innovativo: in stretta collaborazione con KUKA, è stata infatti sviluppata una soluzione di human-robot collaboration mirata al settore aero-spaziale che migliora l’assemblaggio di componenti pesanti come le cappelliere presenti in cabina. Fino ad ora, infatti, tutte le finiture e gli allestimenti interni venivano eseguiti manualmente, perché era impossibile accedere all’area di lavoro con macchinari ingombranti, statici e pesanti o installare strutture fisse. Grazie alle nuove soluzioni tecnologiche, a schemi avanzati di controllo e a funzionalità virtuali per guidare l’esecuzione – con l’utilizzo di un robot collaborativo LBR iiwa ultraleggero di dimensioni e di portata adeguata e della versatile piattaforma mobile KUKA flexFELLOW – si è raggiunto l’obiettivo di alleviare l’operatore nella realizzazione di un lavoro fisico faticoso, all’interno di una spazio particolarmente ristretto.

Tra le diverse applicazioni presenti presso il proprio stand, i progetti realizzati con la collaborazione di partner industriali e accademici e una vera e propria fabbrica digitale in grado di produrre direttamente in fiera, KUKA si presenta a Mecspe 2018 con un panorama davvero completo di soluzioni robotiche automatizzate efficienti e sicure. In fiera sarà davvero possibile toccare con mano quanto sia sicura l’interazione e semplice la programmazione dei robot KUKA, i migliori colleghi di lavoro, collegati perfettamente nei processi più complessi e innovativi, parte integrante della linea produttiva.

L’articolo KUKA a Mecspe 2018: un robot, che collega sembra essere il primo su Stampi.

Source: Stampi
KUKA a Mecspe 2018: un robot, che collega

Condividi: