Archives Gennaio 2018

Siemens e la Industrial Cyber Security 

Siemens e la Industrial Cyber Security 

 Siemens possiede una specifica strategia per la sicurezza industriale (Cyber Security), parte integrante della progettazione dei propri prodotti. Infatti, prima ancora che le soluzioni e i prodotti siano introdotti sul mercato mondiale, devono dimostrare la loro idoneità in condizioni reali, ovvero direttamente negli impianti di produzione Siemens.

Forte di questo posizionamento, Siemens ha partecipato al recente ICS Forum (Industrial Cyber Security Forum) – Cyber-smart manufacturing: cultura e tecnologie per l’industria connessa e protetta, svoltosi a Milano.

Perché proteggersi

E’ importante per le fabbriche 4.0 dotarsi di tecnologie innovative e sistemi di protezione adeguati a una interconnessione permanente degli asset aziendali e per lo scambio continuo di dati e informazioni. Con un approccio olistico alla sicurezza per i sistemi di automazione, Siemens supporta i propri clienti attraverso la strategia di Defense in Depth – un concetto multistrato per gli utilizzatori industriali che garantisce una protezione degli impianti, delle reti e dell’integrità del sistema – secondo le norme ISA 99 ed IEC 62443, gli standard più importanti per la sicurezza nel settore dell’automazione industriale.

Come proteggersi 

Defense in Depth dimostra inoltre, quanto sia di rilevante importanza attuare una segmentazione delle reti, realizzando delle celle di protezione, con prodotti dedicati alla sicurezza di rete (firewall e router industriali). Altrettanto fondamentale sono la tracciabilità e la possibilità di verificare gli accessi sia in termini di edificio/fabbrica sia in termini di sistema, reti e macchine. E’ infine necessario mantenere l’integrità dei sistemi attraverso un costante aggiornamento delle strutture di sicurezza e antivirus all’interno degli impianti di automazione.

I controllori

Parte dell’approccio Siemens alla sicurezza industriale è anche l’ampio portfolio di controllori e sistemi HMI con funzioni integrate di Security Integrated per la protezione su accesso multi-level, know-how e protezione dalla copia; così come di sistemi PC-based con funzioni di Security implementabili attraverso whitelistening Firewall, antivirus software e Security updates del sistema operativo; di soluzioni di motion control e drives con funzioni di sicurezza integrata e di un DCS per la Process Automation in grado di salvaguardare la produttività del processo industriale, secondo l’Industrial Security Concept, basato sulle raccomandazioni di ISA 99 / IEC 62443 – per quest’ultimo Siemens ha svolto un ruolo significativo nella sua promozione.

L’articolo Siemens e la Industrial Cyber Security  sembra essere il primo su Stampi.

Source: Stampi
Siemens e la Industrial Cyber Security 

Condividi:

Formazione, Impeco assegna quattro borse studio

Formazione, Impeco assegna quattro borse studio

Si è tenuta il 27 gennaio in Inpeco Group a Val della Torre la cerimonia di assegnazione di 4 studenti più meritevoli del Comune torinese e dei limitrofi Givoletto e Pianezza. Inpeco Group è una Multinazionale, attiva da oltre 20 anni nel settore della progettazione, sviluppo e produzione di sistemi di automazione per laboratori di analisi cliniche. Per premiare l’amore e la passione per lo studio, in collaborazione con il Comune di Val della Torre, Inpeco ha investito circa 10.000 € nel progetto Premia il talento’ edizione 2017. Sulla base del merito sono state quindi assegnate dal Comune 4 borse di studio a Beatrice Paganotto e Chiara Raganato (studentesse delle superiori), Liam Pippinato (laurea breve) e Arianna Zampollo (laurea magistrale). A consegnare i premi, il Sindaco di Val della Torre, Carlo Tappero, e l’Amministratore Delegato di Inpeco SpA, Federico Morello.

“Investire nei giovani” 

“Siamo molto felici – sottolinea il sindaco Morello – di incontrare e conoscere questi giovani per premiarli per il loro impegno e merito scolastico. Per il Gruppo Inpeco investire nei giovani è fondamentale; non c’è crescita né innovazione o sviluppo tecnologico senza di loro ed è per questo motivo che, al di là del riconoscimento economico, ci teniamo particolarmente agli stage nella nostra azienda affinché possano offrire un interessante punto di accesso al mondo del lavoro”.

Un ottimo accordo tra istituzioni e privati

Aggiunge il Sindaco Tappero: “La promozione della cultura professionale dei giovani, in un clima di collaborazione con una realtà d’impresa tra le più dinamiche: ecco il buon risultato di un ottimo accordo tra istituzioni (il Comune) e privati (Gruppo Inpeco). Il proposito è quello di sostenere i “capaci e meritevoli”, come prescrive l’art. 34 della nostra Costituzione, nel percorso di alta formazione, favorendo così concretamente la crescita del territorio”

 

L’articolo Formazione, Impeco assegna quattro borse studio sembra essere il primo su Stampi.

Source: Stampi
Formazione, Impeco assegna quattro borse studio

Condividi:

Weerg installerà sei nuovi centri di lavoro Hermle

Weerg installerà sei nuovi centri di lavoro Hermle

Forte di un 2017 che ha registrato un sorprendente giro d’affari decuplicato con una derivante saturazione della capacità produttiva, weerg.com (la piattaforma che offre lavorazioni CNC e 3D online) annuncia la firma di un nuovo accordo senza precedenti. Entro giugno 2018 verranno infatti installati presso la sede produttiva di Marghera (VE) sei nuovi centri di lavoro Hermle C42U, di cui i primi tre a maggio. Il parco macchine all’avanguardia conterà complessivamente una batteria di 10 Hermle C42U a 5 assi in continuo che saranno collegate in un unico flusso di automazione totalmente robotizzato. Una modalità che consente di ottenere un’unica entità all’interno della quale ciascuna macchina, opportunamente dotata di magazzino ampliato fino a 500 utensili e di software di supervisione e gestione delle commesse, possa lavorare senza interruzioni in modalità 24/7. Incrementando i livelli di automazione è possibile ridurre ulteriormente sia i tempi morti, sia gli scarti, diminuendo l’intervento umano in operazioni ripetitive come il piazzamento e la manipolazione dei pezzi e, nel contempo, migliorando l’operatività della macchina.

Parola d’ordine: ottimizzare

“L’utilizzo delle migliori tecnologie al mondo unito alla preventivazione istantanea online sempre più efficiente rende la nostra formula una novità assoluta. Weerg è nata con la volontà di portare semplicità, qualità e puntualità al settore della meccanica”, commenta il fondatore Matteo Rigamonti e aggiunge “La parola d’ordine per il 2018 è ‘ottimizzazione’. Il nostro obiettivo di creare milioni di pezzi diversi all’anno può essere realizzato solo con un’organizzazione del lavoro perfetta e un flusso che consenta automazione e precisione allo stesso tempo. Ed è per questo che continuiamo ad investire nelle migliori tecnologie attualmente disponibili sul mercato mondiale”. I sistemi Hermle scelti da Weerg assicurano un campo di lavoro generoso (800x800x550 mm) e tavola rotobasculante, con capacità di carico fino a 1.400 kg e motomandrini ad alta velocità. Inoltre, sono tutti dotati di estensione del magazzino utensili a torre (fino a circa 500 utensili per macchina) per assicurare la migliore flessibilità in lavorazione. Disponendo di più utensili, infatti, è possibile scegliere caso per caso la strategia di esecuzione più efficiente. Continuità operativa e massima rapidità sono assicurate dall’impiego di utensili gemelli con cui si può terminare una lavorazione senza che la macchina debba essere interrotta per una sostituzione. L’enorme numero di utensili online per singola macchina aumenterà inoltre le morfologie realizzabili, la qualità e la velocità di realizzazione con weerg.com.

Dalle lavorazioni CNC alla stampa 3D

“Con l’integrazione di ulteriori 6 centri di lavoro Hermle C42U e il contestuale adeguamento e aggiornamento dell’automazione, Weerg si posiziona al vertice delle realtà produttive per quanto concerne potenzialità, flessibilità, rapidità di esecuzione e garanzia della massima qualità e precisone ottenibile”, afferma soddisfatto Ernesto Molinari, Direttore di Hermle Italia, che sin dall’avvio dell’attività ha guidato Weerg nella scelta delle soluzioni più performanti in base agli obiettivi aziendali tracciati. All’offerta di lavorazioni CNC online si affianca da qualche mese la stampa 3D per la quale Weerg ha puntato sulla tecnologia di 3 sistemi HP Jet Fusion, in grado di garantire qualità industriale, tempi rapidissimi e costi assolutamente ragionevoli. Ad oggi queste stampanti lavorano Nylon PA 12, contraddistinto da grande solidità e versatilità. Caratteristiche che lo rendono particolarmente adatto ad un’ampia gamma di utilizzi, il tutto partendo dal singolo prototipo per arrivare a tirature di migliaia di pezzi (ad oggi fino a 5.000) consegnati da Weerg in 3, 5 e 9 giorni a seconda delle esigenze del cliente.

L’articolo Weerg installerà sei nuovi centri di lavoro Hermle sembra essere il primo su Il Progettista Industriale.

Source: Attualita
Weerg installerà sei nuovi centri di lavoro Hermle

Condividi: